Il 2016 fantastico dei cremaschi Ancorotti, Cabini, Ermentini, Schira, Riboli

Il 2016 fantastico dei cremaschi Ancorotti, Cabini, Ermentini, Schira, Riboli

Renato Ancorotti (imprenditore), Umberto Cabini (imprenditore e presidente Confindustria Cremona), Marco Ermentini (architetto), Roberta Schira (scrittrice, giornalista, critica gastronomica), Beppe Riboli (ArtistaDesigner): tutti in piedi ad applaudire questi grandi cremaschi, Eccellenze autoctone da esportazione, del Fare, che … se il loro 2016 è da incorniciare, ne guadagnerà tutto il mondo, noi compresi.

E, sì è una fortuna in un certo senso, diciamolo a gran voce, che i primi due dell’elenco, per il momento non siano scesi direttamente in politica: danno lavoro, ergo la loro mission sociopolitica è indubbiamente superiore alla media. Questo è poco ma sicuro.

Ora, essere profeti in patria è sempre ardua impresa, eppure le Eccellenze poc’anzi menzionate, ecco oltre a distinguersi sulle rive cremasche del fiume Serio, pure in Italia e all’estero ricevono consensi, creano mercati, concedono opportunità, gettano oltre lo sguardo, talvolta creano emozioni, nutrono bellezza, spesso progettano ricchezza. Tra le altre cose nel 2017 alle porte, Ancorotti (oltre a succedere alla guida dell’immenso Renato Crotti al Rotary) potrebbe assumere un importantissimo incarico nell’ambito della cosmesi internazionale – globale.

Idea o meglio: provocazione degna di Sussurrandom? Ebbene, il sindaco Stefania Bonaldi o il suo successore, che salvo colpi di scena potrebbe essere nuovamente lei, con questi straordinari personaggi, magari allargando l’elenco ad altri eccellenti pragmatici del territorio, così per vedere l’effetto che fa e per cercare nuove opportunità locali, dovrebbe creare un tavolo di lavoro ad hoc teso a stimolare, salvaguardare, lanciare e tutelare la microeconomia e cultura autoctona. No?

Stefano Mauri

(Visited 36 times, 5 visits today)