Il consigliere Antonio Agazzi dice la sua sulla querelle tra “Corte di Cassazione e il sindaco Stefania Bonaldi” e …

Il consigliere Antonio Agazzi dice la sua sulla querelle tra “Corte di Cassazione e il sindaco Stefania Bonaldi” e …

Tra le doti del Sindaco di Crema non spiccano quelle dell’umiltà e della capacità di fare, ogni tanto, autocritica: la Corte di Cassazione – con una sentenza carica del buon senso che Lei non ha avuto – dice un NO…inequivocabile alla ‘trascrizione nei registri dello stato civile italiano del provvedimento di un Giudice straniero con cui è stato accertato il rapporto di filiazione tra un minore nato all’estero, mediante il ricorso alla maternità surrogata, e un soggetto che non abbia con lo stesso alcun rapporto biologico’…Quindi, sonora bocciatura anche per le sette iscrizioni all’anagrafe di co-genitorialita’ firmate da Stefania Bonaldi – contro il parere degli uffici comunali preposti -, in qualità di ufficiale di stato civile. Eppure, a leggere il comunicato del Sindaco, par di capire che…ha ragione Lei, la Corte di Cassazione ha sbagliato: reazione che si commenta da sola. Non solo gli uffici; anche noi – come Gruppo Consiliare di Forza Italia – abbiamo cercato in ogni modo di rappresentare alcune ovvietà a Lei e alla Sua Maggioranza, che si lancia sempre in acritiche difese d’ufficio: inascoltati, la nostra mozione del Febbraio scorso…respinta. Anzi, ci siamo sentiti etichettare come ‘oscurantisti’ e bacchettoni. Nel merito, è evidente che il padre biologico non è mai stato in discussione. Il compagno del padre, tuttavia, era ed è lapalissiano che non può aver contribuito alla generazione: prima della Corte di Cassazione lo dice la natura. Il bimbo non perde alcun diritto, visto che ha una madre – che difficilmente potrà conoscere -, colei che, a pagamento, ha messo a disposizione il proprio utero. Che cosa ci sia di ‘progressista’ in questo svilimento della dignità della donna, per altro, a me sfugge. In ogni caso, la Corte indica una strada percorribile, conforme alla Legge: quella dell’adozione. Bene, tuttavia, che si sia ribadito che nessuna norma, nessun atto amministrativo possono sovvertire l’ordine naturale delle cose: i bimbi nasceranno sempre dalla fecondazione dell’ovulo da parte dello spermatozoo, anche Stefania Bonaldi è nata così

Antonio Agazzi

Capo Gruppo di Forza Italia in Comune a Crema.

(Visited 30 times, 4 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *