Il Crema 1908 è meglio del Real Madrid, parola di Calvo Pépàsh

Il Crema 1908 è meglio del Real Madrid, parola di Calvo Pépàsh

Calvo Pépàsh, detto anche “el têcnich del martedì”, si apprestava come al solito a rendicontare la partita a quei quattro lumaconi del Bar Sport inchiavardati al tavola della briscola. All’interno del pubblico esercizio esercitante la mescita di “bianchini” e altre diavolerie tonificanti, era diventato ormai parte integrante dell’arredamento: il gomito sinistro appoggiato al bancone con superficie in acciaio inox, con la mano destra sorreggeva l’immancabile bicchiere di Lugana, che il barista provvedeva a rabboccare senza bisogno di sollecitazioni. Calvo Pépàsh, inossidabile nelle proprie convinzioni, in merito alla squadra non aveva dubbi: “A noi del Crema 1908 il Real Madrid ci fa una pippa, e se a volte ci capiterà di perdere è perché gli avversari hanno avuto un culo della madonna.” Punto.

Dopo aver consultato le pagine sportive dei quotidiani locali (“Il Crema schianta il Pedrocca”), era dunque lì per dire la sua.

E la disse: “Quêj che scrìvén gàn dà tròpa rêla, perché se è vero che i galattici di Madrid gnânca li vediamo, l’è anca véra che non siamo ancora il Barcellona del Pep Guardiola. Pertanto a me mi piace sottolineare che non mi è piaciuto il primo tempo giocato alla Ti che te tachet i tac tacum i tac… Mi tacat i tac a ti che te tacat i tac!? Ma tacheti ti i to tac, ti che te tachet i tac. Insomma, un po’ come la Nonna Abelarda che mena cazzotti da tutte le parti e non si accorge che gli stanno fregando la sporta della spesa, tanto che al riposo siamo sotto di un gol, per un rigore causato in affanno. Il secondo tempo invece è stato di quelli come mi piacciono a me: su le maniche, correre, costruire con ampio respiro e tirare. Tre pappine inoppugnabili. Nella mia personalissima pagella il premio Archimede Pitogarico lo assegnerei al Cantoni: fintanto che ce l’ha fatta con el bofet, sembrava un geometra.”

La chiusura della cronaca fu accolta da un prolungato applauso. Ancora una volta Calvo Pépàsh s’era guadagnato il Lugana per i giorni a venire.

Beppe Cerutti

 

(Visited 30 times, 5 visits today)