Il leone di Venezia, Vittorio Emanuele, il manuale Cencelli e la stampa sbandata che serata

Il leone di Venezia, Vittorio Emanuele, il manuale Cencelli e la stampa sbandata che serata

Quindi Zucchi è il candidato anche di Forza Italia. Lo dice La Provincia stamattina. Ci avevano detto che Jotta febbrictante e Bertusi erano dalla Gelmini giovedì sera, mentre a Crema si presentava alla città Carlo Cattaneo dei 5 stelle. Sembra che l’accordo sia il vicesindaco in cambio dell’appoggio, sarà contenta la Lega che ha appoggiato subito Zucchi e lo prende in saccoccia. Lo Zucchi civico quindi sta già col manuale Cencelli in mano per accontentare tutti: un assessorato pesante alla Lega, una presidenza di una partecipata ai fratellini… E i suoi? Tutto finito tutto apposto quindi?

Non si sa. Agazzi furioso non ce lo vediamo ad abbassare la testa entrare in lista con Forza Italia e farsi 5 anni in giunta con uno che ha massacrato per settimane. Va bene che in politica si scorda tutto. I soliti rumors ben informati dicono che la civica con Arpini e Patrini, la lista degli Ini, è già in rampa. Quindi l’obiettivo di arrivare ad avere 47 candidati sindaci a Crema è ben in vista.

Toccherà abbattere mezza foresta tropicale per fare le schede. Perchè intato ieri è arrivata anche la lista dei giovani del Pd. Con grande sforzo di fantasia l’hanno chiamata Generazione Crema e hanno scelto il leone di Venezia come simbolo. Ci mancava giusto qualche accenno alla Serenissima in questa campagna elettorale.

Ma mica crederete che è finita qua? Risari continua a fare il misterioso: vado da solo, non vado da solo, appoggio Zucchi, Zucchi è troppo di partito, la Aiello no, i rumors del polo civico rosso bianco li smentisce. Peccato era una idea suggestiva. Quindi potrebbe correre in solitaria come candidato sindaco. Abbiamo perso il conto di quanti sono.

I 5 stelle intanto hanno spiazzato tutti. Hanno estratto dal cappello questo Carlo Cattaneo, che come prima dichiarazione a Sussu ha detto: “sono patriottico“, e va bene visto il nome che porta che poteva dire. I giovani del Pd invece non sapevano dove fare la foto ricordo. La conferenza stampa l’hanno fatta al Cin Cin, un bar, poi no la foto con le bottiglie dietro no, abbiamo appena detto che nel programma c’è la lotta allo sballo. Ma benedetti. Allora perchè fare la conferenza stampa in un bar?

Nel casino qualcuno ha detto usciamo in piazza a fare la foto che c’è la statua. Si quella del re. Leone di venezia e Vittorio Emanuele, il corto circuito sarebbe stato fantastico. gia ci manca giusto una lista monarchica.
Intanto beccatevi il video della diretta della presentazione di Generazione Crema, c’è la perla del ragazzo che dice che viene da un partito distante da quello che appoggia la Bonaldi, lo fa senza citare nessuno dei due.

Era della Lega, scopriamo dopo. Ma poi mi chiama al telefono Stefano Mauri, rispondo in diretta e andiamo al Road 69 che avevano organizzato un aperitivo con un po’ di stampa e un po’ di politici per farci due risate e registrare un po’ di video.

Siamo riusciti a fare anche una demenziale chiacchierata con gli operatori della stampa che non li vedete mai e li leggete. C’è chi da le spalle alla telecamera, chi interviene alla fine e non si tiene… Non vediamo l’ora di farvi vedere che banda di sbandati sono quelli che vi raccontano la città.

Dopo l’aperitivo qualcuno nonostante tutto ha dovuto sorbirsi la serata della Flat-Tax. Noi abbiamo ripiegato su un hamburgher e poi nanna. Sulla pagina Facebook di Gianmario Donida, oramai zucchiano convinto, due foto della serata made in Lega, in casa Cielle, una delle quali ritrae Zucchi in una posizione che ci dice…. fotomontaggio…fotomontaggio…. fotomontaggio… Ve la facciamo vedere.

Dai è troppo bella. Dopo la scormagna in stile istituto Luce trasferirlo sul balcone di piazza Venezia… Tipo così

Non  sembra un po’ Guzzanti in Fascisiti su marte? Va beh ho cazzeggiato a sufficienza vado agli stati generali dello sport, che bale….

Emanuele Mandelli

(Visited 75 times, 7 visits today)