Il mistero della conferenza stampa che presenta il centro destra unito… si fa per dire, ma senza parte della stampa

Il mistero della conferenza stampa che presenta il centro destra unito… si fa per dire, ma senza parte della stampa

Ieri sera alle 20.42 su Cremaonline appare un pezzo a firma dell’ottimo Ilario Grazioso. Titolo: Crema, il centro destra c’è ed è unito per l’alternativa a Stefania Bonaldi. Ma il candidato per ora si sta cercando. Si dà conto di una conferenza stampa tenuta nella sede della Lega a Crema. Presenti rappresentanti di: Lega nord, Forza Italia, Udc e Fratelli d’Italia. Non esce il nome del candidato ma si butta lì l’unione del centro destra cremasco. E noi porca miseria l’abbiamo bucata dopo tanto parlare di questo argomento. Bisogna spargerci la cenere sul capo.

Controllo le mail: non è arrivata nessuna convocazione della conferenza a me o alla mail del sito. Ma va bene. Sussu è un blog, io non sono un giornalista, mi diverto giusto ad analizzare un po’ cosa succede, avrei anche un lavoro vero, magari manco ci andavo. Qualcuno ci considera e qualcuno no. A scelta. La cosa in se va benissimo. La convocazione della conferenza stampa arrivava dalla Lega provinciale, ci sta quindi assolutamente che a noi non sia arrivata. Poco male leggeremo i giornali e ci faremo una idea per le nostre solite analisi.

Passano le ore e nessuno degli online dà la notizia. Ma come una cosa così importante. Ci informiamo. La convocazione è arrivata a macchia di leopardo. Non dirò chi mi ha confermato di non averla ricevuta, ovviamente. Quindi dopo il pezzo di Cremaonline tocca aspettare La Provincia di stamattina per leggere qualcosa della conferenza.

Nel pezzo si legge: “una conferenza stampa dalla gestazione difficoltosa, visto che alcuni partecipanti hanno chiesto ai giornalisti: qual è l’argomento? Come? Rileggo magari ho capito male. I presenti non sapevano di cosa si parlasse? Un passaggio che conferma quello che avevamo intuito già. Meno male che non siamo così dannatamente distratti.

Continua La Provincia: “centrodestra unito, ma fino ad un certo punto. A scompaginare le carte Andrea Agazzi, segretario cittadino del carroccio”, prima di lui interventi entusiastici sulla ritrovata unità della coalizione ma poi, “Agazzi fa sobbalzare la penna in mano ai cronisti: stiamo gettando le basi per una possibile coalizione, e poi più avanti, se le forze di centro destra troveranno una convergenza sul programma bene, altrimenti vedremo”.

Ma come la convocazione non era atta a presentare il centro destra unito? E proprio il padrone di casa dice che l’unità in fondo non c’è? Intanto vediamo chi c’era e chi non c’era. La foto di Cremaonline mostra al tavolo: Gianmario Donida, Enzo Bettinelli, Andrea Agazzi, Andrea Bombelli, Raffaele Volpini, Mino Jotta, Giovanni De Grazia e Martino Boschiroli. Quindi rappresentanti di tutto (o quasi) il centrodestra cremasco. Nella convocazione ci dicono si parlasse solo di Lega e Forza Italia, una voce informata ci dice che Fratelli d’Italia e Area Popolare (quindi Udc e Ncd) si siano uniti dopo.

Un’altra voce dice che Forza Italia, lato Beretta, volesse ieri fare una conferenza stampa per riprendere il discorso San Domenico, cosa evidentemente non concretizzata, a meno che non abbiamo bucato anche questa. In compenso io ieri ad un’altra conferenza stampa ho incrociato uno dei candidati sindaci di cui si è fatto il nome per il centro destra che dice che no grazie, per ora sta bene dove si trova. Insomma più che unità pare che ci sia grande confusione sotto i cieli cremaschi del centro destra.

Emanuele Mandelli

 

(Visited 86 times, 15 visits today)