Il piccolo Riccardo chiede una festa alla sindachessa finita l’emergenza per Covid19. E Stefania Bonaldi risponde

Il piccolo Riccardo chiede una festa alla sindachessa finita l’emergenza per Covid19. E Stefania Bonaldi risponde

L’altro ieri in Comune è arrivata questa bellissima lettera di Riccardo, un nostro concittadino di 9 anni, che mi ha rivolto parole splendide, che mi hanno commosso e davvero riempito di nuove energie.
Stamattina abbiamo fatto conoscenza al telefono, prima con la sua mamma e poi con lui: era in casa e stava giocando con i suoi fratelli, dice che se la passa abbastanza bene, che fa videochiamate coi compagni e le maestre, ma che gli mancano i nonni, gli amici e il rugby.
La sua proposta di una grande festa quando sarà finito 《tutto tutto tutto》 è assolutamente accettata e torneremo a riempire la nostra amata città, che anche Riccardo ama, perché è a misura di bambino.
Non so che dire, una lettera e una telefonata che mi hanno emozionato profondamente e spero tocchino anche voi come è successo a me.
Riccardo e la mamma mi hanno autorizzato ovviamente a mostrarvi la lettera, che è stata protocollata in Comune, perché puoi avere 9 o 90 anni ma, se sei un cittadino che scrive al Sindaco, di ciò che scrivi resta traccia e sarà una memoria di questo periodo. Così complicato, così pieno di emozioni forti, anche contraddittorie: tristi e dolorose, da un lato, ma pure belle, incoraggianti e positive come in questo caso!
Grazie a Riccardo e a tutti i bambini e le bambine di Crema, anche voi a casa state partecipando a questa lotta al Virus e vi assicuro che tutti i gesti di incoraggiamento che potete rivolgere a noi adulti, proprio come questa lettera, danno una carica fortissima a noi grandi, che ogni tanto abbiamo bisogno proprio di gesti e parole semplici per riprendere questa “battaglia” tutti insieme con più carica ed energia!

(Visited 35 times, 4 visits today)