Il pregiatissimo e apprezzato Melone di Calvenzano che Eataly e tutti vogliono è “Presidio Slow Food”

Il pregiatissimo e apprezzato Melone di Calvenzano che Eataly e tutti vogliono è “Presidio Slow Food”

Allora conosciuto nella Belle Epoque come prelibatezza, il Melone di Calvenzano, grazie alla sinergia tra Slow Food Treviglio, Chicco Crippa, Gaetano Vertova, Beppe Facchetti, Emilio Valsecchi e alcuni agricoltori, oggi è tornato alla ribalta (grazie anche alla Cooperativa agricola di Calvenzano), in tanti lo apprezzano, Eataly lo vorrebbe inserire nella sua rete di vendita (ma per il momento è impossibile: se ne producono troppo pochi) e, recentemente è ufficialmente diventato “Presidio Slow Food”, sinonimo questo di alta (e assoluta) qualità.

Per la cronaca la blogger Annalisa Andreini (colei la quale ha portato i Tortelli Cremaschi alla Gastronomia Baffi della Bassa Bergamasca) ha dedicato pagine e scritti al leggendario e in fase di attento rilancio Melone di Calvenzano. Chapeau!

Stefano Mauri

(Visited 74 times, 11 visits today)