Il Tennico del Crema 1908, e il portiere?

Il Tennico del Crema 1908, e il portiere?

Esimio Ragionier Nemo…

Sé ghe àncàmô? Ma non lo vedi che sono impegnato in una esiziale battaglia navale con la X Mas del qui presente Benito, per l’occasione investito del titolo di gran maresciallo del mare.

O bella, a me quel gioco lì sembra rubamazzetto. Comunque smettetela di fare i pirla: riunione del Comitato ristretto, perché la pugna che ci attende non può, né deve, essere trascurata. Barista, barista! Appronta la sala consiliare e, mi raccomando, sopra il tavolo della presidenza s’abbia cura di collocare la nostra nuova insegna araldica.

Capo, al momento ancora un cazzo, però la foto del principe Antonio de Curtis, in arte Totò, ci assicura comunque il quarto di nobiltà. In quanto al resto, tranquillo, cotechino, lenticchie e polenta si accompagnano perfettamente con l’ordine del giorno: vediamo di non farci fregare dagli ultimi in classifica.

Bene. Esaminate tutte le circostanze statistiche offerte dal tabellino di classifica, emerge un fatto importante: il Palazzolo si può battere, a condizione che gli attaccanti giochino in attacco, i centrocampisti giochino a centrocampo (con spinta propulsiva) e i difensori non si distraggano in difesa. Elementare, no?

E il portiere?

Portiereggia, o bestia.

Mozione approvata.

Beppe Cerutti

(Visited 23 times, 1 visits today)