Intercultura, vivere a studiare all’estero in oltre 50 Paesi di tutto il mondo

Intercultura, vivere a studiare all’estero in oltre 50 Paesi di tutto il mondo

È possibile iscriversi sul sito www.intercultura.it al concorso dedicato agli adolescenti interessati a vivere a studiare all’estero in oltre 50 Paesi di tutto il mondo.

 

SCUOLA: INTERCULTURA TI INVITA ALLA PRESENTAZIONE DEI PROGRAMMI ALL’ESTERO 2022-23 E DELLE CENTINAIA DI BORSE DI STUDIO

 

Sei uno studente e hai voglia di esplorare, viaggiare e scoprire nuove culture?

Ecco una buona notizia: sono aperte le iscrizioni alle selezioni di Intercultura per i programmi all’estero e le borse di studio dell’anno scolastico 2022-23.

Intercultura è un’associazione senza fini di lucro, che dal 1955 opera in Italia e in tutto il mondo attraverso la rete AFS Intercultural Programs.

I suoi programmi sono rivolti a ragazzi nati prioritariamente tra il 1° luglio 2004 e il 31 agosto 2007 e consentono di frequentare una scuola estera e di vivere insieme a una famiglia ospitante scrupolosamente selezionata.

 

Anche quest’anno, il bando di concorso prevede centinaia di borse di studio (totali o parziali) a disposizione da Intercultura attraverso il proprio fondo dedicato. In aggiunta alle borse di studio Intercultura esistono numerose borse di studio a disposizione degl studenti grazie alla collaborazione con partner esterni, tra questi si trovano Fondazione Giovanni Agnelli, Fondazione Cav. Lav. Pesenti e UniCredit Foundation (per maggiori informazioni, visita http://www.intercultura.it/a-scuola-in-europa) e il Gruppo Edison Impianti (https://www.intercultura.it/gruppo-edison-impianti/) .

Le iscrizioni al concorso potranno essere effettuate online dal sito di Intercultura (www.intercultura.it), entro il 10 novembre 2021.

 

Per informazioni sul bando di concorso 22-23 e le borse di studio basta collegarsi al sito www.intercultura.it. Sono consultabili sempre sul sito anche le date di tutti gli appuntamenti informativi in presenza e online con i volontari e gli ex partecipanti ai programmi di Intercultura.

 

I volontari di Intercultura Lodi-Crema invitano studenti e genitori all’incontro informativo che si terrà mercoledì 27 ottobre alle 20:45 a Lodi, nell’Aula Magna del Liceo P. Verri in via san Francesco 11, 26900 Lodi (LO). Durante l’evento, tra i vari argomenti, saranno presentati i programmi, le destinazioni, le borse di studio, il concorso, il progetto educativo dell’Associazione. Inoltre, alcuni ragazzi appena rientrati dalla loro esperienza all’estero racconteranno cosa ha significato trascorrere un periodo di studio in un paese straniero. Sarà anche l’occasione giusta per rispondere ad eventuali domande o dubbi sul concorso.

Per partecipare all’evento è OBBLIGATORIO:

Per ulteriori chiarimenti, contatta i volontari del Centro locale di Lodi-Crema:

  • Benedetta Oleotti, 389 9890499, per i programmi di studio all’estero,
  • Camilla Fratti, 340 9934826, per i programmi di ospitalità in Italia

 

Per rimanere aggiornata/o segui i profili Instagram nazionale e locale dell’associazione: @interculturait e @interculturalodicrema

Dalla zona di Lodi e Crema, nel corso dell’estate, sono partiti 3 studenti: Vittoria, Filippo e Marta, tutti e tre stanno vivendo la loro esperienza annuale in Canada. Alice partirà a gennaio per studiare nelle Filippine. Simone e Laura sono rientrati da due programmi estivi, rispettivamente in Danimarca e in Irlanda.

 

Intercultura non si limita a far partire gli studenti italiani: infatti, a partire dallo scorso 10 settembre, oltre 300 giovani studenti di tutto il mondo sono giunti in Italia e sono stati accolti da una famiglia e da una scuola locali.  A Lodi-Crema, sono arrivate Tiana da Hong Kong e Lily dalla Francia per trascorrere rispettivamente un anno e un trimestre con due famiglie ospitanti italiane e presso scuole del posto.

 

“Il nostro Progetto educativo non si limita ad inviare dei giovani a studiare in un altro Paese – commenta Andrea Franzoi, Segretario Generale di Intercultura – ma si propone di accompagnare loro, le loro famiglie, le scuole dove studiano in un percorso di crescita mirato a sviluppare le competenze necessarie per comprendere la realtà complessa del mondo di oggi.  Una ricerca di Human Foundation sul Social Return on Investment di Intercultura ha calcolato che ogni euro investito nelle nostre attività genera un beneficio non solo sui singoli studenti partecipanti, ma per l’intera società italiana. Ad ogni euro investito viene generato un ritorno di oltre 3 euro. Un risultato che ci rende orgogliosi”.

 

L’Associazione Intercultura Onlus (www.intercultura.it) Intercultura è un’Associazione di volontariato senza scopo di lucro, fondata in Italia nel 1955, eretta in Ente Morale posto sotto la tutela del Ministero degli Affari Esteri e riconosciuta con decreto dal Presidente della Repubblica (DPR n. 578/1985). L’Associazione è gestita e amministrata da migliaia di volontari, che hanno scelto di operare nel settore educativo e scolastico, per sensibilizzarlo alla dimensione internazionale. È presente in 159 città italiane ed in 65 Paesi di tutti i continenti, attraverso la sua affiliazione all’AFS ed all’EFIL. Ha statuto consultivo all’UNESCO e al Consiglio d’Europa e collabora ad alcuni progetti dell’Unione Europea. Ha rapporti con i nostri Ministeri degli Esteri e dell’Istruzione, Università e Ricerca. A Intercultura sono stati assegnati il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio e il Premio della Solidarietà della Fondazione Italiana per il Volontariato per l’attività in favore della pace e della conoscenza fra i popoli. L’Associazione promuove, organizza e finanzia scambi ed esperienze interculturali, inviando ogni anno centinaia di ragazzi delle scuole secondarie a vivere e studiare all’estero ed accogliendo nel nostro paese altrettanti giovani di ogni nazione che scelgono di arricchirsi culturalmente trascorrendo un periodo di vita nelle nostre famiglie e nelle nostre scuole. Inoltre Intercultura organizza seminari, conferenze, corsi di formazione e di aggiornamento per Presidi, insegnanti, volontari della propria e di altre associazioni, sugli scambi culturali. Tutto questo per favorire l’incontro e il dialogo tra persone di tradizioni culturali diverse ed aiutarle a comprendersi e a collaborare in modo costruttivo.

(Visited 5 times, 5 visits today)