Italiani sempre connessi: il device più usato per navigare è lo smartphone

Italiani sempre connessi: il device più usato per navigare è lo smartphone

Prima o poi doveva accadere: lo smartphone ha superato il PC fisso in quanto a connessioni su Internet. Oggi in Italia, dunque, i device mobile sono la principale porta d’ingresso in rete. Non stupisce affatto che sia così: gli smartphone di ultima generazione sono paragonabili a veri e propri computer portatili. Questo perché sono dotati di hardware molto potenti, in grado di gestire programmi e app molto avanzati. Inoltre, navigare in rete quando si è in mobilità è diventata un’operazione indispensabile. Usiamo gli smartphone per svago, certo, ma navighiamo anche per lavoro o per studio. Di fatto, senza di loro saremmo persi.

Internet in Italia: sempre più persone connesse in rete

Italiani sempre più spesso connessi in rete. Secondo il report compilato da comScore, in Italia il 65% degli individui sopra i 18 anni naviga quotidianamente in rete: ovvero un terzo della popolazione. Nonostante la crescita sia evidente, altrettanto evidente è il terreno che ancora ci separa dagli altri paesi. Per fare un esempio, nel Regno Unito l’83% della popolazione è connessa a Internet. Numeri simili appaiono anche in Germania, Francia, Spagna e ovviamente USA (addirittura l’87%). Ciò non toglie che il nostro Paese stia digitalizzandosi velocemente: merito degli smartphone, appunto, ma anche delle tante opportunità che Internet propone. Si va dalle app per giocare, fino alle componenti ludiche come i social.

Canali di connessione: gli italiani amano gli smartphone

In Italia, oggi, ci si connette soprattutto da smartphone. Stando alle ricerche condotte da Audiweb, addirittura il 68% della popolazione, inclusi i minorenni. Questo significa che oltre 30 milioni di italiani navigano utilizzando il proprio cellulare: persino i computer fissi (66%) sono stati superati da questa quota. Negli ultimi due anni, poi, la percentuale di connessioni da smartphone è aumentata del 26%. E’ per questo motivo che anche gli operatori telefonici si stanno adeguando ai nuovi trend: alcuni, come ad esempio Kenamobile, presentano addirittura offerte che riguardano soltanto Internet mobile. Si tratta di soluzioni tagliate su misura per chi ormai usa Internet anche per chiamare (Skype) e per mandare messaggi con le app (WhatsApp), e che quindi non ha più bisogno di pagare inutilmente i messaggi o i minuti inclusi nella maggior parte delle tariffe telefoniche.

Dove navigano gli italiani quando si connettono?

Con la rivoluzione degli smartphone, le vecchie abitudini di navigazione ne sono uscite a pezzi. Oggi solo il 15% del traffico Internet mobile proviene dai browser. Il che significa che oltre l’84% del tempo viene speso online utilizzando app e quant’altro: un dato impressionante. Inoltre, nessuno oggi può scalzare i social network: le app social assorbono addirittura l’87% del traffico. Più dei motori di ricerca come Google e delle app gaming (rispettivamente 71% e 79%). A dominare le statistiche sul traffico, però, è l’instant messaging (99%). Altre tendenze molto gettonate, in quanto ad abitudini di navigazione da mobile? La fruizione dei contenuti video e l’e-commerce.

(Visited 93 times, 25 visits today)