La “casa dell’acqua” a Padania Acque

La “casa dell’acqua” a Padania Acque

L’ex pozzo di via Palmieri a Crema, denominato “Casa dell’Acqua”, diventerà sede istituzionale e commerciale di Padania Acque nel capoluogo cremasco.  L’edificio, vincolato dai Beni Artistici come immobile di interesse storico, era adibito un tempo a pozzo dell’acquedotto cittadino e, nella parte superiore, ad abitazione di personale addetto al servizio di distribuzione dell’acqua potabile. Al suo interno, vi sono ancora delle piccole apparecchiature, delle saracinesche storiche e una delle condotte principali, ancora funzionante, dell’attuale impianto di distribuzione della risorsa idrica in città.

Il fabbricato e l’area hanno un valore commerciale significativo. Tale valore è stato negoziato tra le parti e, con delibera datata 25 maggio 2017, il Comune ha accettato di cedere la proprietà, per l’importo di 190 mila euro, al Gestore Unico del Servizio Idrico Integrato della Provincia di Cremona. Il CdA di Padania Acque ha deliberato l’acquisizione dell’immobile lo scorso 2 febbraio. L’azienda ne farà la sede cittadina degli Uffici Commerciali e destinerà, al suo interno, uno spazio per le proprie attività istituzionali a disposizione dei soci cremaschi: sale per riunioni con i Comuni soci, per conferenze  (destinate anche alla promozione dell’uso consapevole della risorsa idrica), spazi per la conservazione e valorizzazione di reperti di storia industriale del servizio idrico.

RIQUALIFICAZIONE DELL’ASTA DI VIALE SANTA MARIA

La vendita dell’immobile conferma il programma di alienazioni comunali previsto nel 2018 e consentirà di dare un nuovo scopo a un edificio storico. Con l’alienazione e la successiva restituzione alla Città della Casa dell’Acqua, grazie alla presenza di un soggetto pubblico che garantirà il rispetto funzionale dell’edificio legato al ciclo idrico, “la riqualificazione dell’asta lungo il viale di Santa Maria”, commenta il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, “registra un altro passo avanti. Un comparto delicato che, con l’intervento sulla casa dell’acqua e quello sul Piazzale della stazione (lasciando al momento da parte il progetto per il sottopasso), registra un cambio di passo concreto ad opera degli attori pubblici, come Comune e Padania Acque”. Prosegue il sindaco: “Ora ci aspettiamo che anche i privati proprietari di importanti siti immobiliari nella zona nordest diano significativi segnali di interesse al recupero di una delle zone più suggestive e più belle della nostra città, fino al Santuario di Santa Maria della Croce”.

PRESTO I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE

“Abbiamo voluto riportare nel centro della città di Crema lo sportello della nostra società”, commenta Claudio Bodini, presidente di Padania Acque. “Gli attuali uffici cremaschi sono purtroppo decentrati e molte persone faticano ad accedervi; presto inizieremo i lavori di ristrutturazione per creare uffici moderni ed efficienti. L’acqua è un elemento vitale per tutti e la sua fruibilità quotidiana da parte dei nostri utenti è un impegno messo in atto dalla nostra società. L’accesso ai nostri servizi è garantito anche attraverso uno sportello online, utilizzabile dall’inizio dell’anno, dal quale è possibile eseguire tutti gli adempimenti, compreso il pagamento delle bollette, stando comodamente a casa.”

UN’OPERA COERENTE CON PADANIA ACQUE

L’Amministratore Delegato Alessandro Lanfranchi ha dichiarato: “Recuperare un edificio storico, denominato Casa dell’Acqua, che da tanto tempo risulta essere nei progetti delle diverse amministrazioni comunali, è per Padania Acque un dovere che considero istituzionale. Peraltro, a Crema, abbiamo operato e stiamo tuttora operando in sedi provvisorie e in affitto fin dal 2012, anno in cui abbiamo acquisito la gestione del servizio. L’investimento nella sede cremasca trova coerenza con i progetti di valorizzazione dell’area verde limitrofa e ha un valore fortemente simbolico per la salvaguardia della risorsa idrica, in generale, e dell’ambiente in particolare. Quell’edificio, una volta ristrutturato, dovrà anche essere adibito a “punto d’incontro” per chi vuole conoscere il funzionamento del ciclo idrico urbano, la qualità dell’acqua delle reti e il servizio del Gestore reso all’ambiente”.

(Visited 34 times, 2 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *