La Nutrizionista Klizia Cavaletti Intervistata dalla sezione mediatica del Partito Democratico di Rivolta d’Adda

La Nutrizionista Klizia Cavaletti Intervistata dalla sezione mediatica del Partito Democratico di Rivolta d’Adda

Klizia Cavaletti è una nutrizionista rivoltana che ha conseguito la laurea triennale in Scienze Biologiche e la laurea magistrale in Biologia applicata alle Scienze della Nutrizione presso l’Università degli Studi di Milano.
Ha conseguito l’esame di stato come Biologo.

Dopo aver lavorato come tirocinante presso alcune aziende ospedaliere, ora è una libera professionista.

È importante cosa si mangia durante una pandemia?
È sempre importante quello che mangiamo. Soprattutto in un periodo delicato come questo, dove il nostro dispendio energetico è ridotto, risulta fondamentale una corretta alimentazione, in modo tale da assicurare tutti i nutrienti necessari per il nostro organismo, senza sovralimentarlo.
Cosa mangiare, quindi, in questi giorni?
Come ho consigliato ai miei pazienti, in questi giorni particolari, dove bisogna limitare le uscite, cercare di preferire alimenti che durino nel tempo: farina di riso, di legumi, patate, pasta secca, riso, orzo, farro, cous cous, gallette, crackers… come fonte di carboidrati. Acquistare legumi in scatola o secchi (puntare sui legumi come fonte proteica visto che uova e formaggi hanno una data di scadenza breve), per quanto riguarda il latte acquistare latte UHT. Via libera, vista la scadenza a lungo termine, a conserve (passata di pomodoro), spezie per insaporire i vostri piatti, prodotti surgelati (verdure, pesce), ma fate attenzione alla lista degli ingredienti… e ricordate che non è il fatto di essere surgelato che rende il prodotto meno sano.
Come ci si deve idratare?
Bisogna sempre idratarsi nel modo corretto, bevendo almeno 2 l d’acqua al giorno, poiché:
– mantiene la nostra pelle sana e luminosa
– aiuta il nostro sistema digestivo
– contribuisce all’eliminazione di tossine dal nostro organismo
– trasporta l’ossigeno e nutrienti alle cellule
– regola la temperatura corporea
Fondamentale bere almeno 1 bicchiere d’acqua appena svegli, poi nell’arco della giornata bere a piccoli sorsi. Per chi riuscisse a raggiungere tale quantità aiutarsi con delle tisane, ovviamente senza zucchero aggiunto!
Quanto è meglio mangiare?
È meglio mangiare il giusto quantitativo, senza eccedere.
Possiamo concederci qualche sfizio? Gelati, dolci, un bicchiere di vino?
Uno sgarro ogni tanto ci vuole, ma con criterio! Preferite una tantum, come merenda, un gelato artigianale, evitare quelli confezionati. I dolci, se homemade e salutari, potete consumarli al mattino a colazione. Preferite cioccolato fondente almeno al 70%! Per quanto riguarda l’alcool, in nutrizione viene definito un non nutriente, quindi limitarne il consumo
Quanti pasti ? Tre o di più ? Orari?
Bisogna fare almeno 3 pasti al giorno mantenendo costanti gli orari. Gli spuntini non sono obbligatori, ma aiutano a non arrivare troppo affamati al pasto successivo, quindi sono fortemente consigliati.
È consigliabile fare 2 spuntini al giorno con della frutta fresca, uno yogurt, frutta secca… Per grammature affidatevi ad uno specialista.

(Visited 166 times, 64 visits today)