La poesia per la ZangBellezza che fu e che sarà, per una notte (solo?) sabato

La poesia per la ZangBellezza che fu e che sarà, per una notte (solo?) sabato

Zangbellezza

 

Meglio di una carezza

Ai bei tempi per evadere

C’era Zangbellezza

Locale sociale

Più che social,

Dove danzare

Col corpo, con la mente

Era soprattutto emozione

Quella vera che profumava

A suo modo sì

Creativamente di emozione

Portando ballando

La bellezza cremasca

Nel mondo,

Lanciando mode

E tendenze

Ancora oggi attuali,

Magicamente presenti

Stefano Mauri

(Visited 67 times, 7 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *