La poesia per l’altro Crema rock: quello del cremino Ennio Valdameri griffato Icas

La poesia per l’altro Crema rock: quello del cremino Ennio Valdameri griffato Icas

Non c’è soltanto l’Ac Crema 1908 che vince, convince e punta alla grande il ritorno in serie D. In città c’è infatti un’altra squadra a chiara ispirazione nerobianca: il Crema Fbc, presieduto dal calciofilo e cremino puro Ennio Valdameri, compagine che sta facendo benissimo in Seconda categoria e punta alla promozione. Per la cronaca, il buon Valdameri, calciofilo capace, fu colui il quale, anni fa di fatto mise in moto il meccanismo che portò al rilancio del blasone cremino. Da addetto ai lavori purista però, Valdameri rifiutò l’acquisizione del titolo sportivo dell’Aurora Ombriano per opera dell’Ac Crema 1908 allora presieduto da Francesco Barbaglio. E così, senza sbattere la porta, Ennio uscì di scena e ripartì dalla Terza categoria in proprio, con un team tutto suo. Dopo aver trovato sponsor preziosi, tra i quali il brand vincente Icas del dottor Umberto Cabini, finalmente l’estate scorsa Valadmeri è risuscito ad allestire uno squadrone. E … aspettando maggio: mese delle rose e delle vittorie, la poesia della settimana è tutta per il suo Crema.

 

 

Strada Vera

 

Costano fatica

Magari poca visibilità,

Comunque

Se non pagano

Alla lunga appagano,

Che di strade

Sì ce ne sono tante,

Ma la strada

Per arrivare restando

Ecco, forse

Pur impervia

E’ solo una:

Oppure no?

Mah

Stefano Mauri

 

(Visited 74 times, 9 visits today)