La Quinta T di Cremona: RADIO BRUNO ESTATE, UN CENTRO COSÌ NON L’AVEVAMO MAI VISTO (almeno di lunedì sera)…

La Quinta T di Cremona: RADIO BRUNO ESTATE, UN CENTRO COSÌ NON L’AVEVAMO MAI VISTO (almeno di lunedì sera)…

Facciamo il nostro bilancio di Radio Bruno Estate che ha animato il centro cittadino:

1) Mai vista tanta gente in centro a Cremona di lunedì sera. I biglietti per entrare (concerto gratuito ma con biglietti per contingentare la capienza per ragioni organizzative e di sicurezza) erano 3500 circa ma almeno 2000 persone sono rimaste fuori posizionate a ridosso delle varie entrate (una volta raggiunta la capienza gli accessi sono stati bloccati dalle forze dell’ordine e dal servizio di sicurezza ma in molti sono rimasti sperando di entrare)

2) Sicuramente molto contenti i gestori dei locali del centro che hanno lavorato moltissimo sia dentro che fuori il perimetro della festa

3) Grande entusiasmo in piazza con tanti giovani e giovanissimi ma anche famiglie pronte a ballare e cantare al ritmo della musica dance e pop del momento: c’era tanta energia positiva

4) Sul piano scenografico spettacolo sicuramente gradevole. Per quanto riguarda la musica trattandosi della festa di una radio che punta a far ballare e cantare il pubblico, ovviamente si è puntato sul pop e sulla dance e il pubblico ha risposto positivamente

Non possiamo però non sottolineare anche le cose che non sono andate (a parte qualche banale problema di connessione a internet per la rete sovraccarica ma quelle sono quisquilie):

1) Sul piano delle informazioni molte persone non sapevano bene come funzionava il sistema dei biglietti, della capienza e dello stop agli ingressi: evidentemente bisognava fare una campagna informativa migliore

2) Il gran caldo unito alla calca ha portato a diversi malori sia in coda che in piazza. Non ci risultano casi gravi e la macchina dei soccorsi si è sempre mossa con tempismo (ancora una volta grazie a chi lavora per noi anche quando noi ci divertiamo) ma chiaramente sarebbe meglio prevenire se possibile

NOTA IMPORTANTE Sappiamo benissimo che “col senno di poi sono bravi tutti” infatti la parte negativa non vuole essere una polemica ma una critica costruttiva per migliorare l’evento: quando si lavora capita di avere problemi ma bisogna sempre cercare di migliorarsi…

Così postarono nei giorni scorsi gli animatori della pagina SocialInformativa “La Quinta T di Cremona”. E dai ha ragione Emanuele Mandelli, musicalmente parlando Cremona è viva e vegeta. Chapeau!

sm

(Visited 47 times, 14 visits today)