La Zanzara punge don Mercedes e il nuovo business che fu della Compagnia

La Zanzara punge don Mercedes e il nuovo business che fu della Compagnia

Giuseppe Cruciani e David Parenzo, protagonisti della trasmissione (ascolti da Oscar) radiofonica La Zanzara (QUI il podcast), nei giorni scorsi hanno colpito ancora pungendo, con un finto Papa al telefono, nientemeno che Don Mauro Inzoli.

“Ho letto quanto successo al convegno di Milano – chiede al telefono il finto Santo Padre – volevo sentire la tua versione”. Questa la risposta del Monsignore che viaggiava in Mercedes : “Sono stato invitato da una famiglia ad andare insieme a loro a un incontro. Sono andato ed ero pure sereno. Dopo poi un onorevole di Crema (Franco Bordo di Sel ,ndr) ha forse visto la fotografia del Corriere della Sera e … io sono umiliatissimo”.

Poi il sacerdote ciellino, vecchia volpe, annusato l’inganno ha interrotto la comunicazione quando il “pontefice” gli ha chiesto di parlargli del caso per il quale la Chiesa l’ha punito.

Quindi l’ex parroco cremasco, costretto dal Vaticano a condurre vira ritirata (causa il suo coinvolgimento in una vicenda di abusi sessuali su minori), al convegno sulla famiglia organizzato da Regione Lombardia ci è andato su invito di qualcuno, ma la vicenda presenta molti lati oscuri così come sono risultati fuori luogo, ipocriti i commenti, (in primis quello del Governatore Roberto Maroni che, “sbadatamente” ha detto di non conoscere don Mauro quando due minuti prima l’aveva addirittura salutato), belli ma finti come dentiere, di certi vip della politica regionalnazionale.

Diamo quindi per assodato che qualcuno ha portato Don Inzoli al dibattito, resta da capire chi (fuoco amico?) ha dato poi fuoco alle polveri perché secondo qualcuno (Sussurrandom tra i primi) dietro la decisione di pubblicare la fotografia (scelta giornalisticamente giusta e da Oscar) beh, condizionale d’obbligo, potrebbero nascondersi nuovi giochi, o meglio, quelle mosse necessarie a riassestare le cose gravitanti in orbita Compagnia delle Opere.

Stefano Mauri

(Visited 80 times, 11 visits today)