Lavori in corso: tra comunicati, rivendicazioni, post su Facebook e considerazioni… aspettando Garbaldi d’agosto

Lavori in corso: tra comunicati, rivendicazioni, post su Facebook e considerazioni… aspettando Garbaldi d’agosto

Lavori in corso a Crema. Lo abbiamo visto tutti. Da una risposta del sindaco Stefania Bonaldi su Facebook ad un cittadino cremasco che si chiedeva se i lavori per la rotonda di via Cremona non avessero avuto più senso ad agosto veniamo a sapere che ad agosto sarà avviato il cantiere per la discussa riqualificazione di piazza Garibaldi. Riqualificazione di cui si parla in questi giorni a seguito di una segnalazione portata avanti dal Movimento 5 stelle.

Questo si legge nel comunicato: “Il M5S Cremasco ha scoperto che, tramite una delibera di Giunta dello scorso maggio, sono state eliminate tutte le Zone a traffico limitato (ZTL) e le Aree pedonali urbane (APU) presenti nel centro storico cittadino. Allo stesso tempo è stato dato mandato di istituire una nuova ed unica ZTL che si estenda in tutto il centro storico in cui, tradizionalmente, non passano le auto. L’amministrazione che, a parole, si dichiara a favore della mobilità dolce, della pedonalizzazione, della priorità del pedone sul veicolo, con un colpo di spugna elimina completamente le aree pedonali urbane in città, a favore delle zone a traffico limitato, all’interno delle quali la precedenza è del veicolo”. Detta così sarebbe una notiziona, anche perché, segnala sempre il M5s, “Inoltre, in base alle tempistiche con cui la nuova ed unica ZTL verrà istituita (ad oggi non vi sono cartelli che la indicano), può dipendere se in essa potranno circolare liberamente tutti i veicoli elettrici. Infatti le ZTL di nuova istituzione, dal 2019, saranno soggette alla regola suddetta”.

Ad ora dopo alcuni giorni non ci sono state risposte pubbliche, almeno io non le ho viste, sulla cosa. Intanto tipo il secondo giorno di code quel drago di Draghetti (per citare Stefano) chiedeva le dimissioni di Fabio Bergamaschi via Facebook e il mastino dell’opposizione Antonio Agazzi (sempre per citare Stefano) rinverdiva il suo hashtag #mesterbergamasc. Detto questo ieri sera di coda gia non ce n0era più, la gente ha capito che di lì non si passa e fa altri giri, e tra parentesi alle 18 piazza Garibaldi e borgo San Pietro sono vivibilissime in ste sere, e io trovo posteggio più velocemente e arrivo a casa prima. Intanto c’è chi invece è assai contento dei lavori.

Un comunicato dei residenti della zona vicini alle liste civiche Crema bene comune, Cittadini in comune e Crema città della bellezza ricorda che: “tutto il traffico che ha occupato in questi giorni le vie 4 Novembre, Viviani, Piacenza, Libero Comune è lo stesso che per ben 8 anni ogni giorno ha creato disagi nelle vie Cremona e Martini. Incrocio che le cronache hanno troppe volte riportato per il suo grado di sinistrosità: grazie a questo intervento, la viabilità sarà messa in sicurezza per quanto riguarda la mobilità ciclopedonale, creando attraversamenti rialzati e cambiando la direzione di via Martini”.

Che poi parlando di attraversamenti pedonali e di lavori in corso, nei giorni scorsi si è parlato anche di quello nuovo fatto nelle vicinanze di porta Serio che permetterà di raggiungere più facilmente la nuova attività commerciale sorgerà laddove c’era il distributore Tamoil in disuso. Finalmente quell’area sarà recuperata, è da tempo immemore che se ne parla.

Ma tornando ai residenti civici di via Cremona si legge: “Non va dimenticato che il progetto nasce dall’ascolto dei residenti del quartiere, è stato inserito nel PUMS, nel Piano particolareggiato San Bernardino/Castelnuovo, con focus ad hoc, approvato dal Consiglio Comunale. Ma soprattutto, va sempre ricordato che lo scopo va nella direzione di evitare i concentramenti di traffico, certamente non di crearli: il collegamento diretto con San Bernardino velocizzerà infatti i collegamenti centro/periferia. Con un guadagno di tempo e una diminuzione dell’inquinamento”. E tutto questo, come detto, è solo un preludio all’intervento che cambierà il volto a piazza Garibaldi e che presumiamo sarà il grande racconto estivo di cui si nutriranno i giornali locali.

em

(Visited 85 times, 8 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *