L’Oro Olimpico degli azzurri volanti del Ct Marco Villa è nato anche a Montodine, in quell’oasi che è l’Osteria Del Torre 

L’Oro Olimpico degli azzurri volanti del Ct Marco Villa è nato anche a Montodine, in quell’oasi che è l’Osteria Del Torre 
Italia medaglia d’oro nell’inseguimento a squadre del ciclismo su pista ai Giochi di Tokyo. Il quartetto-jet Francesco Lamon, Simone Consonni, Jonathan Milan e Filippo Ganna. Battuta in finale la Danimarca con uno stratosferico 3’42”032, nuovo record del mondo. Bronzo conquistato dall’Australia, che ha sconfitto la Nuova Zelanda. Per l’Italia si tratta della medaglia n° 30 della spedizione a Tokyo, la 12^ nella disciplina, che però mancava il podio da Città del Messico 1968. Per gli azzurri sesto oro centrato ai Giochi giapponesi.  Chapeau agli azzurri volanti, come riportato da Sky e al Ct Marco Villa, Eccellenza Cremasca da esportazione. Ganna e Villa, appena hanno un attimo libero amano tra le altre cose rilassarsi a Montodine, presso l’Osteria Del Torre di Manuel Gimari, Oste Dandy d’Italia. Chapeau
stefano mauri
(Visited 20 times, 20 visits today)