Ma pure il Referendum (ma serve o no alla fine?) leghista divide, quel che resta, del Partito Democratico di Renzi

Ma pure il Referendum (ma serve o no alla fine?) leghista divide, quel che resta, del Partito Democratico di Renzi

Il Referenedum sull’autonomia della Lombardia del prossimo ottobre, in definitiva, serve o no?
Per una parte del Partito Democratico (quella dei grandi sindaci lombardi), come giustamente ha “ricordato” sulla sua pagina Facebook il popsindaco Gianluca Savoldi (bravo e acuto) sì. Per un’altra, tipo ad esempio il Pd cremonese no. Agostino Alloni, consigliere regionale e pezzo da novanta dei democratici nostrani, apertamente è per il No (come Matteo Piloni del resto): secondo lui, inutile e costosa (50milioni di euro), questa campagna referendaria, prevalentemente servirà al presidente leghista (furbo come un gatto) Bob Maroni per farsi una bella passerella elettorale. Alloni tra l’altro sostiene (semplificando) che per richiedere l’autonomia basterebbe, dopo aver messo in moto la base, ricorrere all’Articolo 116 della Costituzione coinvolgendo il governo ovviamente.
Ciò detto, stante così le cose, in attesa di ricevere da chi sa maggiori informazioni in merito, il prossimo referendum serve riassumendo essenzialmente a…. Maroni (e alla Lega Lombarda) per spot e … al Pd per continuare a dividersi. Sarà davvero così? Mah…

Stefano Mauri

(Visited 88 times, 1 visits today)