Malvezzi nella Commissione sanità lombarda? Il silenzio dell’Area Omogenea che fa rumore e l’Ats a Cremona… parliamone

Malvezzi nella Commissione sanità lombarda? Il silenzio dell’Area Omogenea che fa rumore e l’Ats a Cremona… parliamone

Malvezzi nella Commissione sanità lombarda? Il silenzio dell’Area Omogenea che fa rumore eAllora qualcosa, nel vario e vasto capitolo della sanità lombarda, dopo il ciclone Covid-19 che tutto ha scombussolato, si muove…

Nei giorni scorsi infatti, il Governatore Fontana (leghista in quota Salvini) e l’assessore al Welfare Gallera (ma resterà al suo posto?) hanno sostituito il direttore generale Cajazzo con Marco Trivelli (quota Comunione e Liberazione) e i movimenti non dovrebbero fermarsi qui: non bisogna infatti dimenticare che… l’assessorato di Gallerà, beh sia uno dei più pesanti e pensanti.

Ah … l’ex poliziotto Cajazzo ora guiderà,  nelle vesti di vicesegretario regionale, con delega alla Sanità, il coordinamento dei rapporti tra Ministero della Salute e Commissione Sanità della Conferenza delle Regioni. Nel frattempo la Lega Lombarda, sottotraccia starebbe tuttavia sempre  lavorando per sostituire Gallera, eventualmente con un tecnico sopra le parti, per intenderci uno alla Zangrillo, dirigente medico al San Raffaele.

E nel rimescolamento delle varie cariche, che inevitabilmente potrebbe seguire questi scossoni, sponsorizzato secondo il quotidiano Il Giornale dal coordinatore regionale di Forza Italia Massimiliano Salini, la nomination del cremonese Carlo Malvezzi, ecco starebbe per tornare in ballo per approdare a qualche ruolo di primo piano in Regione. Malvezzi nei giorni scorsi, sul giornale La Provincia a gran voce ha sostenuto la tesi rivolta alla necessità di costruire un nuovo ospedale a Cremona.

Già, ma che ne pensa in merito, il presidente dell’Area Omogenea Casorati? Fa rumore, sulla questione, il silenzio dell’organismo che raggruppa il territorio Cremasco, no? Dulcis in fundo, il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Marco Degli Angeli, Chapeau, ha colto l’input indiretto del sindaco di Casale Cremasco Antonio Grassi, unendosi, per così dire a …quelli che, giustamente, chiedono che il capoluogo cremonese torni sede operativa di un’Ats capillare e funzionale.

stefano mauri

(Visited 180 times, 9 visits today)