Matteo Piloni ritorna sull’antipatica questione del ritorno di “Tangentopoli” nella laboriosa, ricca e moderna Lombardia

Matteo Piloni ritorna sull’antipatica questione del ritorno di “Tangentopoli” nella laboriosa, ricca e moderna Lombardia

Gli “approfondimenti” di cui si parlava ieri nei confronti del Presidente Fontana sono diventati una formale indagine per presunto abuso d’ufficio. Alla magistratura il compito di fare chiarezza.

Dal punto di vista politico, è bene che Fontana chiarisca quanto prima questa vicenda e i suoi rapporti con Gioacchino Caianello, il principale indagato nell’inchiesta che ieri ha coinvolto ancora una volta la Lombardia. Chiarezza che ieri, in aula, non c’è stata.

Una cosa è certa: in Lombardia c’è un sistema di potere ben radicato, figlio di 25 anni in cui la nostra Regione è stata e continua ad essere governata dalle stesse persone.

Così postò, mercoledì scorso 8 maggio, il consigliere regionale del Partito Democratico Matteo Piloni (nella fotografia è ritratto con l’assessore Fabio Bergamaschi e il cantautore Guccini).

Stefano Mauri

(Visited 34 times, 10 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *