Maurizio Borghetti, medico in trincea nella lotta al Covid 19 al Corsera lancia l’allarme: il contagio è anche in casa

Maurizio Borghetti, medico in trincea nella lotta al Covid 19 al Corsera lancia l’allarme: il contagio è anche in casa

Venerdì 10 aprile, intervistato da Francesca Morandi sul Corriere della Sera, il DocRock Maurizio Borghetti, medico radiologo in prima fila, come i suoi colleghi dell’Ospedale Maggiore di Crema nella lotta al Covid-19, giustamente è tornato a parlare della sua esperienza in questi giorni, terribili, di emergenza sanitaria da Coronavirus. Ecco alcuni passaggi più significativi : “Più che i tamponi secondo me servono le Tac per individuare i malati per Covid -19. Oggi rileviamo 20 – 25 positivi al giorno. Tempo fa facevamo 120 Tac positive al giorno. La nostra struttura ha sopportato un bel carico ed è stata un’esperienza choc. Non sono un virologo, ma ora sto notando che ci si contagia più in casa che all’aperto.”
Chapeau a Borghetti e ai suoi colleghi. Tutti. Grazie a lui e al dottor Attilio Galmozzi, Crema e Cremona, città e territori col più alto numero di contagiati in Italia, rispetto al numero di abitanti, hanno ricevuto attenzione mediatica. Già, senza la loro voce, chi avrebbe parlato del Cremonese, del Casalasco e del Cremasco?

sm

(Visited 249 times, 3 visits today)