Organizzazione e ospitalità dei medici con la donazione di 100 mila euro e altri 10 mila da Rotary Crema

Organizzazione e ospitalità dei medici con la donazione di 100 mila euro  e altri 10 mila da Rotary Crema

GRAZIE A “UNITI PER LA PROVINCIA DI CREMONA”

Organizzazione e ospitalità dei medici
con la donazione di 100 mila euro

e altri 10 mila da Rotary Crema

 

ll Comune di Crema e la Diocesi di Crema ringraziano di cuore l’Associazione “Uniti per la provincia di Cremona” per la donazione di 100 mila euro che consente di attivare l’ospitalità del personale sanitario e militare che opererà nell’Ospedale da campo in via di allestimento nei pressi dell’Ospedale Maggiore di Crema. Stessa gratitudine al Rotary Crema che si è aggiunto con 10 mila euro.

Una sinergia tra Territorio, cittadini, enti e realtà benefiche che rappresenta la risposta più forte che si può indirizzare verso la cura delle persone e il contrasto all’epidemia di contagio da coronavirus Covid-19.

 

In queste ore, il sindaco Stefania Bonaldi è a stretto contatto con Prefettura, Protezione civile, Esercito e l’ASST, per organizzare al meglio l’ospedale da campo facendolo diventare realtà operante nel più breve tempo possibile.

Siamo di fronte a una straordinaria generosità”, commenta il sindaco di Crema. “Grazie alla raccolta fondi si stanno programmando in diversi luoghi e in parallelo interventi che fino a pochi giorni fa sembravano infattibili; ci sono sempre più persone che mostrano concretamente il loro desiderio di aiutare la sanità pubblica locale e la loro comunità. Ogni centesimo verrà speso bene e con questo obiettivo. Mi piace poi rimarcare la splendida prova di unità del territorio provinciale, senza campanilismi, e anche delle categorie economiche, a sostegno delle nostre Comunità locali”.

 

Le risorse economiche destinate all’Ospedale da campo a Crema da “Uniti per la provincia di Cremona” – che vede assieme Fondazione Arvedi-Buschini, Libera Associazioni Agricoltori, Coldiretti, Associazione Industriali, Apindustria, Confartigianato Cremona, Autonoma Artigiani Crema, Libera Artigiani Crema, Confederazione Nazionale dell’Artigianato, Confcommercio e Confcooperative e a cui anche il Comune di Crema qualche giorno fa ha aderito con un contributo economico per il tramite della propria società Cremasca Servizi Srl – copriranno le esigenze logistiche di tutto il personale impiegato, sanitario e militare,  e saranno decisive per garantire ospitalità a tutti coloro che si apprestano a dare una mano al nostro territorio.

 

Il vescovo di Crema, Daniele Gianotti, ha messo subito a disposizione la struttura di Via Medaglie d’oro, dove ci sono 18 stanze doppie e triple, che si darebbe in gestione alla Caritas per ospitare il personale sanitario.

Desidero anch’io esprimere la mia riconoscenza per l’iniziativa di raccolta fondi #UnitiperlaprovinciadiCremona e al Rotary per la grande generosità che singoli cittadini, imprese, aziende, associazioni di ogni genere stanno dimostrando. Anche Crema e il cremasco stanno beneficiando di questa generosità e la Diocesi di Crema è molto contenta di poter collaborare, se sarà possibile, nella gestione dell’emergenza sanitaria organizzando l’ospitalità – proprio grazie a parte dei fondi raccolti – a personale medico e infermieristico presso il proprio Centro di Spiritualità a Crema. Nella grande prova di queste settimane, cresce e si conferma uno spirito di solidarietà che è un patrimonio prezioso della nostra terra e porterà frutti, ne sono convinto, anche quando saremo usciti dall’emergenza”.

(Visited 167 times, 4 visits today)