Sussurrandom da i voti alla politica cremasca, giunta insufficiente e SuperAlloni

Sussurrandom da i voti alla politica cremasca, giunta insufficiente e SuperAlloni

L’anno volge al termine, a proposito auguri, quindi è tempo di bilanci e pagelle. Questa settimana tocca alla giunta comunale intera (voto globale 5,5), settimana prossima sarà il turno della maggioranza.

Stefania Bonaldi: 6 di stima e fiducia poiché ha mezzi da 8, ma al momento, forse distratta dalle sirene romane-fiorentine di Matteo Renzi, si applica appunto da 6. Ad onor del vero, qualche guizzo in questo 2013 c’è stato, ma la sindachessa accentratrice (nonostante le apparenze, tra le altre cose sarebbe entrata in rotta di collisione con un pezzo da novanta storico del Pd) può e dovrebbe dare di più.

Alla squadra degli assessori (compreso il consigliere con delega allo sport) va un 5,5 poiché va bene che le casse comunali sono vuote, va bene che qualche esponente si è lamentato di come, artatamente, i poteri forti cittadini (quali?) e la macchina comunale, di fatto, blocchino ogni vento di cambiamento sul nascere, va bene la giovane età media, ma la giunta deve iniziare ad esibire personalità, proposte concrete e nuove per il cambiamento e passione.

Matteo Piloni: all’ex presidente del consiglio comunale cittadino, nel frattempo trasferitosi a Cremona per guidare il Partito Democratico della provincia vanno un 6, 5 e gli auguri d’incoraggiamento per il nuovo, delicato incarico. Riuscirà l’erede di Garatti (ma che fine politica ha fatto?) a dettare la linea nel capoluogo cremonese, laddove agricoltori, “Pizzi”, Malvezzi e Pizzetti, Cavalier e “Cavalieri”, ente Fiera e La Provincia, beh, un poco pesano?

Agostino Alloni: avrà pure un carattere forte e “particolare”, ma il consigliere regionale di Pianengo è un politico del fare di razza da 8. Se i politici italiani fossero tutti come lui, l’Italia sarebbe una nazione modello stile Germania.

E la squadra parlamentare – senatoriale autoctona in missione Romana? In tal senso, emblematica la seguente affermazione tanto in voga in alcuni bar e salotti cittadini: ma abbiamo cremaschi in Parlamento?  Ergo, il voto datelo voi. 

Stefano Mauri

(Visited 38 times, 8 visits today)