Paolo Vitalini imprenditore filosofo: “Puntiamo sulla canapa per andare oltre”

Paolo Vitalini imprenditore filosofo: “Puntiamo sulla canapa per andare oltre”

Nota a margine: non sarà facile far passare il concetto in questa terra agreste ove tutto è consacrato al latte. Tempo fa ad esempio, un convegno ad hoc tutto concentrato sulla canapa e tenutosi a Crema ecco, non per colpe o vizi degli organizzatori e in un certo senso la storia puzza di “giallo padano”, diciamo… non ha ricevuto la giusta attenzione che avrebbe meritato. Diversificare comunque è il futuro. E tornare alla canapa potrebbe essere la strada giusta da percorrere. Basta provarci. Basta volerlo. Ora via all’intervista…

Tecnico preparato, filosofo appassionato, insomma, il buon Paolo Vitalini, patron della società Engineering Training Consulting (ETCwww.etc-italy.it – via delle Industrie 14, Bagnolo Cremasco – 0373 648425) è un provetto filotecnico, un professionista preparato e visionario (nel senso che apre scenari che illuminano) col quale scambiare quattro parole è un’esperienza che apre la mente e riattiva il cuore. La sua azienda ETC, nata nel 1999, fornisce servizi tecnologici avanzati a servizio delle imprese, delle strutture pubbliche – private, dei privati e delle aziende: attraverso il suo team di ingegneri e tecnici specializzati è in grado di sviluppare (previo monitoraggio ad hoc) qualsiasi soluzione specifica nel settore energetico. Ultimamente poi Vitalini si è riscoperto agricoltore e … riscoprendo la coltura della canapa, con la sua nuova realtà Next Farm (www.nextfarm.it) qui in piena Padania, oltre a dividere: siamo sempre nella patria del latte in fondo, far discutere e andar controcorrente, beh, fondamentalmente, se ascoltato … potrebbe aprire scenari interessantissimi. Con lui, in quest’ambito rurale collabora la dottoressa Alda Ferrari, ricercatrice e agronoma fuori dal coro.

Così ti sei dato all’agricoltura?

Semplicemente sono tornato alle origini dato che nacqui anni fa operatore agricolo.

Ma come mai la canapa?

Nel Cremasco, in passato questa coltura è sempre stata diffusa e praticata. Pensa che a Bagnolo, anni fa c’era pure una ditta che si occupava della trasformazione della pianta una volta raccolta. Poi la crisi del tessile, la svendita dei brevetti tessili italiani ai cinesi hanno mandato in crisi l’intero settore. Ma oggi, dal punto di vista alimentare, farmaceutico e industriale, lavorare la canapa è … aprirsi futuro.

In un certo senso dunque per andare avanti ti sei guardato indietro…

Esattamente e dovremmo farlo tutti perché così facendo rimetteremmo l’uomo al centro di tutto e ci salveremmo, tornando a conviverci serenamente, dalla natura, anche lei pressata quest’ultima, da … industrializzazione e agricolture esasperate, esasperanti.

La provincia di Cremona, terra di produttori lattiferi però è consacrata al mais per eccellenza.

Sì ma la vocazione iniziale riporta la canapa a un ruolo non dico essenziale, ma quantomeno fondamentale. Il territorio è pronto alla riscoperta di quest’antica coltura, basta crederci, o meglio, basterebbe volerlo, dato che il sistema latte rischia di andare incontro a ulteriori problematiche, mentre un’agricoltura etica, sostenibile e vocata al territorio rimane una strada da percorrere per scoprire nuovi mercati e nuove potenzialità.

Effettivamente in Italia di canapa si inizia a parlare…

Facciamolo sul serio anche a Crema e Cremona allora. Del resto questa pianta versatile, dopo accurate, apposite lavorazioni in ambiti quali l’alimentare, il benessere, il tessile, l’industria, la farmaceutica e la cosmesi è indicatissima. Coraggio alziamo la testa e iniziamo a riprendere in considerazione l’agricoltura incentrata sulla canapa. Sai che io ho iniziato a produrre pure una godibilissima grappa alla canapa?   

La Next Farm è l’evoluzione dell’altra tua attività denominata Etc?

Ok mettiamola così che mi piace e mi intriga. Sto studiando anche la reintroduzione dell’allevamento dei bachi da seta. Prossimamente magari avrete novità a tal proposito.

In parole semplici di cosa vi occupate con l’Engineering Training Consulting o Etc che dir si voglia?

Di energia perché l’energia è tutto: siamo completamente al servizio di quanti vogliono innanzitutto capire o approfondire qualcosa in merito e poi ovviamente risparmiare qualcosa rispettando l’ambiente.

Ultimamente in effetti il settore energetico è al centro di strategie e discussioni…

Sì, ma siamo ancora troppo concentrati banalizzando ad accorgerci dell’importanza della materia energetica solo quando arrivano le bollette. Pensa che una volta in tempi di vacche grasse, concetto sbagliatissimo, quando giravano ancora tanti euro si pensava che più si spendeva in bollette più l’azienda andava bene e faceva produzione. Produzione ed energia rappresentano due poli opposti e non devono andare a braccetto. Anzi.

Chi si affida a voi, brutalmente, quanto può risparmiare mediamente all’anno?

Dipende per fare una media posso tranquillamente dire che la forbice del risparmio oscilla dal 10 al 25%. Potrei dire una cosa a tal proposito.

Prego…

Mi rivolgo a quei dirigenti d’azienda e amministratori delegati che, considerando il periodo di magra in cui viviamo, per provare a far tornare i conti decidono di tagliare e licenziare personale. Ecco lasciare a casa la gente è sbagliatissimo, meglio rivolgersi a noi e impostare uno studio mirato su come gestire e impostare il controllo e la relativa razionalizzazione energetica.

Ma chi sono i vostri clienti?

Aziende agricole, enti pubblici, industrie, centri sportivi, centrali elettriche ed idroelettriche. Ma anche soggetti privati e centri commerciali, operiamo in Italia e all’estero. Siamo fatti di energia quindi tutti dovremmo innanzitutto conoscere, approcciarci e gestire al meglio quest’affascinante materia.

Quindi potreste collaborare pure con le amministrazioni comunali?

Certamente pensa che tanti comuni manco sanno cosa, come, dove e quando consumano. In definitiva servirebbe conoscenza che… ogni visione che precede l’azione, nasce dal pensiero. 

      Stefano Mauri

(Visited 554 times, 108 visits today)