Pasquineide, chi si sbatte per il tribunale e chi per il pronto soccorso

Pasquineide, chi si sbatte per il tribunale e chi per il pronto soccorso

Settimana strana, dovendo premiare due dei miei soliti obbiettivi di critica.
Franco Bordo “Sciur padrun da le béle braghe bianche” è rimasto l’unico baluardo a difesa del tribunale cittadino. Da quanto ci risulta sta macinando chilometri di corridoi a Roma per perorar la causa di una revisione, causa che non sarebbe poi così remota se non fosse il solo a sbattersi.

Al suo fianco premio anche cicciobello Malvezzi, il consigliere regionale NCD che pur tenendo la barra su Cremona, si è espresso per un potenziamento del pronto soccorso cittadino, ottima scelta contro le ventilate possibilità di perdita di autonomia dell’ospedale cremasco.

Sul contattare, questa settimana non voglio menzionare chi si è espresso neanche troppo velatamente contro “la statua irriverente” e la libertà di satira, sarebbe un obbiettivo fin troppo facile.

Ma voglio menzionare chi avrebbe voluto far pagare la caserma dei Vigili del Fuoco ai cittadini (????) e chi per anni ha osteggiato una soluzione che è stata molto veloce e semplice grazie all’intervento del nuovo comandante e di due sindaci non troppo allineati come Paolo Riccaboni da Spino e Antonio Grassi da Casale.

Pasquino Cremasco

(Visited 27 times, 3 visits today)