Pecore, soldati, guardie, sportrock, guardiole o mercati ai Giardini di Porta Serio?

Pecore, soldati, guardie, sportrock, guardiole o mercati ai Giardini di Porta Serio?

Allora detto, ridetto, gridato e sottolineato che i giardini di “Porta Serio” rappresentano uno spazio vitale verde da restituire serenamente all’ex Serenissima capitale del Granducato del Tortello, ma non sono certamente il Bronx da militarizzare, ecco, da quelle parti urge far qualcosa.

Intanto, per tagliare l’erba, seguendo il suggerimento della giunta Raggi a Roma, mah, provare ad arruolare pecore, pecorelle o pecoroni potrebbe risolvere la questione delle tosature periodiche estive. In alternativa, così per vedere l’effetto che fa, senza sfruttarli, coinvolgere i profughi ospitati in lavoretti di manutenzione verde ordinaria, chissà, magari potrebbe rivelarsi un’opzione da percorrere. No?

Piazzare un presidio militare all’ombra di Porta Serio? Boh mancano i soldi per dotare la città di un commissariato di polizia e di una caserma dei pompieri moderni, ergo fate voi! Far passare con maggiore frequenza la polizia locale (i vigili) o stipulare una convenzione con un istituto di guardie giurate, male non sarebbe comunque, ma spostare ai giardini tutti i mercatini, le bancarelle e le varie iniziative, oggi invece ospitati in piazza Duomo e dintorni certamente contribuirebbe a rendere più presentabili i “Giardini” in maniera armonica. Lo scorso weekend solo per fare un esempio, la manifestazione dedicata ai fiori e al verde, anziché sul sagrato della Cattedrale, ecco non avrebbe fatto un miglior effetto se ospitata a Porta Serio? Ah … siamo sportivi praticanti e …eventualmente coinvolgendo Simona Marchetti (esperta di sportrock all’aperto) organizzare sedute d’allenamento o lezioni di sport sotto gli alberi del parco (stupendo e meritevole di un cambio di rotta), affiancando il tutto a iniziative culturali … non gioverebbe alla causa?

Stefano Mauri

 

(Visited 88 times, 14 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *