Per l’Ac Crema 1908 se sfumano i playoff la stagione resta comunque rock

Per l’Ac Crema 1908 se sfumano i playoff la stagione resta comunque rock

Corazzata magari non tosta e tipica dell’Eccellenza calcistica dell’Italia del Nord, ma sicuramente griffata e assai intrigante, qualora l’Ac Crema 1908 dovesse fallire l’obiettivo playoff (la matematica concede lievissime speranze) beh sicuramente sfumerà l’obiettivo stagionale, ma comunque al presidente Chicco Zucchi (voto 10 al suo operato calcistico) e ai suoi compagni d’avventura resta il merito di aver riportato in auge il blasonato team nerobianco cittadino, per la cronaca club organizzatissimo, attivo e strutturato in modo professionistico. Per farla breve, in un certo senso, o meglio, per certi aspetti, il Crema rivitalizzato dalla cura “Asvicom” sembra più un sodalizio di Lega Pro che una struttura dilettantistica.

Per questo e altri motivi la promozione sfumata sul campo potrebbe arrivare da altre strada, magari previa l’acquisizione del titolo sportivo dell’Aurora Seriate. Ergo applausi al già Cremasco dell’Anno Zucchi e ai suoi colleghi calciofili. Lontano dalle luci della ribalta intanto, i dirigenti cremini stanno già preparando il futuro: confermato il vice allenatore Bodo Bianchessi, tra le altre cose, gloria nerobianca e del football autoctono, adesso bisogna soltanto capire se resterà al suo posto in panchina (quotazioni dense stazionarie ma in lieve ribasso) o meno il trainer bresciano Aldo Nicolini.

 

Stefano Mauri

(Visited 30 times, 1 visits today)