Pianengo, “Un segnale importante contro la Mafia”

Pianengo, “Un segnale importante contro la Mafia”

In data 9.12.2017 nel consiglio comunale di Pianengo è stata approvata una importante mozione presentata dal consigliere Serena Andrea e promossa insieme a “Libera Presidio Cremasco”, mozione già approvata di recente a Crema con l’intento di inserire degli strumenti di contrasto e prevenzione alla criminalità organizzata e alla Mafia. In concreto si chiede che il comune emani un regolamento, secondo cui per poter ottenere il patrocinio e le autorizzazioni in occasione di manifestazioni pubbliche, dovrà essere necessario dichiarare che nessuna delle organizzazioni coinvolte, direttamente o indirettamente, sia interessata da alcun provvedimento o reato riconducibile a qualsiasi forma di criminalità organizzata.

La mozione chiedeva anche che il comune di Pianengo  adottasse la Carta di “Avviso Pubblico” che è un codice etico di comportamento che diviene strumento pratico e costruito dal basso, per la prevenzione della corruzione, delle mafie, del malaffare e della cattiva amministrazione. Un buon codice di condotta per amministratori pubblici, composto da 23 articoli in cui si spiega come un amministratore pubblico declina la sua attività attraverso una serie di impegni, regole e vincoli seguendo principi di trasparenza, imparzialità, disciplina ed onore previsti dagli articoli 54 e 97 della Costituzione.

La collaborazione tra la associazione di Libera e il comune di Pianengo è forte e testimoniata anche dall’avere aderito, su sua proposta, alla proposta di legge “Ero straniero” per una migliore legge sull’immigrazione. Per il futuro c’è anche in cantiere una importante collaborazione per l’organizzazione di un viaggio della memoria anticipato da una rassegna di film a tema da proiettare a Crema e Pianengo.

(Visited 71 times, 8 visits today)