Porta Ombriano l’assessore alza bandiera bianca, è un fallimento. E sui social si scatena l’ironia

Porta Ombriano l’assessore alza bandiera bianca, è un fallimento. E sui social si scatena l’ironia

Il titolo del pezzo di La Provincia di stamattina è esplicito: Porta Ombriano, tutto da rifare. La sperimentazione che doveva durare due settimane si è protratta per un mese e mezzo, si sa mai che ci si abitua, ma nulla da fare. La viabilità rigirata è terribile. Urge cambiare.

Visto che oramai un tot di lavoro è già stato fatto l’unica soluzione pare invertire del tutto il circuito che si è creato. Accesso alla zona mercato/Giovanni XXIII da via Massari, uscita dalla piazza. In più qualche ritocco qua e là per cercare di correre ai ripari. Spiega tutto il buon Sagrestano su La Provincia. Andate a leggervela. L’ironia social si scatena. Già ieri, prima che uscisse la notizia che tutto era da ripensare, i 5 stelle avevano rilasciato un comunicato cattivello, che non avevamo ancora messo. Il comunicato puntava il dito contro l’assessore Fabio Bergamaschi.

Eccone alcuni passaggi:

È a questo punto che, fortunatamente (o sfortunatamente?), entra in campo l’assessore alla viabilità Bergamaschi: porta Ombriano è un disastro e, dopo settimane di code e caos, ancora la viabilità è rimasta testardamente quella progettata inizialmente, come se tutto fosse andato bene. A questo punto ci domandiamo se l’intento dell’Assessore non sia quello di togliere clientela al mercato cittadino o al centro storico, ma di fatto questo è quello che sta avvenendo, purtroppo.

Va beh dai adesso qualcosa cambia, anche in via Viviani, aperta e chiusa parentesi, dove i 12 mila euro spesi lo scorso anno per aiuole spartitraffico, che erano sembrate sin da subito azzardate, sono stati buttati perché la strada verrà riassettata di nuovo.

Ma torniamo a Porta Ombriano. Prende la palla al balzo Antonio Agazzi che rilascia uno dei suoi comunicati cattivelli. Un comunicato che inizia dando dei supponenti a tutti, e va bene. Poi butta dentro la Fondazione Charis e la scuola di Cielle, le Vailati, rete Scuole, Renato Stanghellini e poi ecco il passaggio che ci interessa:

Della rivisitata viabilità in zona Porta Ombriano è presto detto: si è costretti a prendere atto di un risultato disastroso, rispetto al quale si lasciano esporre tecnici e consulenti, come se non esistesse a Crema un Assessore alla Viabilità, depositario della responsabilità politico-amministrativa, insieme all’intera Giunta, notoriamente organo collegiale. Si sottolinea che quella in atto sarebbe una “sperimentazione” e, ora, si prova a invertire il senso di marcia: peccato che siano state spese risorse pubbliche per realizzare un manufatto; peccato siano stati tagliati alberi sani; fatti molto concreti che documentano una sperimentazione non esattamente reversibile.

Ale… Su Facebook sono decine che condividono il titolo de La Provincia e vanno di ironia. Matteo Soccini: “ennesima perla che concorre a comporre la fantastica collana messa insieme da #quellidelpd negli ultimi quattro anni nel tentativo di amministrare la nostra Crema”.

em

(Visited 63 times, 21 visits today)