Prima si asfalta e poi si rompe, un mester cremasch per la fibra ottica

Prima si asfalta e poi si rompe, un mester cremasch per la fibra ottica

Ieri mattina sono iniziati dei lavori di scavo in via Cappuccini, ai Sabbioni, per conto dell’ENEL e in previsione di collocare  i cavi per il cablaggio della fibra ottica. Settimana scorsa tali lavori hanno interessato la via Camporelle, sempre ai Sabbioni. Premesso che le due strade sono state asfaltate pochi mesi fa, all’inizio dell’inverno, mi chiedo come sia possibile che in Comune non ci sia un minimo di programmazione, perché si asfalta prima per poi rompere nuovamente la strada per far passare cavi?

Credo che un ufficio tecnico serio debba programmare le opere, non è accettabile questo modo di operare che alla fine ci lascia strade tutte rappezzate, determina problemi alla viabilità e costi aggiuntivi, non importa se sostenuti dal Comune o dall’ENEL, perché poi i costi di questi lavori li pagano sempre i cittadini nella bolletta. E’ il classico esempio di “mester cremasc”, di lavori fatti malamente, di mancata programmazione. Anche per questo è nata la lista Cambiare si può, per cambiare radicalmente il modo di operare, costoso e improduttivo.

Beppe Bettenzoli

(Visited 134 times, 19 visits today)