Prolungata sino al 17 giugno la bella mostra “Tracce” a Soncino, Borgo d’Arte

Prolungata sino al 17 giugno la bella mostra “Tracce” a Soncino, Borgo d’Arte

Le carte sono storia: questo l’incipit della bellissima mostra “Tracce”, curata dall’appassionata Ilaria Fiori (complimenti), appuntamento culturale che sarà prolungato sino al prossimo 17 giugno.

E … sì mai slogan fu più azzeccato che … i respiri storici che regalano scritti, lettere e documenti esposti presso la Salala Giunta del Palazzo Comunale di Soncino, ecco letteralmente profumano di testimonianze che … partendo da lontano, a modo loro, caratterizzano il presente. Estratti dello studioso Galantino sul tremendo terremoto soncinese (da quelle parti del fiume Oglio il territorio è sismico) del 1802, la grande, leggendaria, epocale  sete di indipendenza del Borgo (una sorta di aristocratica, atavica grandeur di chi fatica a sentirsi, in un certo senso, cremonese?) più misterioso (i fantasmi popolano o no il Borgo?) e artistico (ah … quante cose succederanno a breve da quelle parti) d’Italia, lettere autografate di Napoleone e del Maresciallo Radetzky, incartamenti bruciacchiati nel drammatico incendio del 1576: queste e tante altre ancora le testimonianze, archiviate dalla brava Ilaria e custodite, sino al 17 di giugno, in quel gioiello affascinantissimo (certi affreschi meriterebbero recuperi e approfondimenti ad hoc), mai accessibile al pubblico (ergo evento, nell’evento) che … sì è la meravigliosa ex biblioteca (oggi sala giunta) dei Padri Domenicani del Convento di S.Giacomo, soppresso nel 1789 soncinese.

Insomma, pathos, residui storici, “affreschi” straordinari e … documentatissime emozioni epocali, grazie a “Tracce” caratterizzano Soncino. Se non l’avete ancora visitata, quest’intuizione (nel 2019 arriverà “Tracce 2”?) meravigliosa, beh non esitate a farvi contagiare. Visitare per credere!

Stefano Mauri

 

 

(Visited 118 times, 12 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *