Quirinale e Sanremo, al via due settimane di distrazione per gli Italiani. E le quote cosa dicono?

Quirinale e Sanremo, al via due settimane di distrazione per gli Italiani. E le quote cosa dicono?

Iniziano oggi due settimane di distrazione per i nostri umori provati. Altro che calcio e donne. Gli Italiani amano e si distraggono dall’infodemia covid grazie a Quirinale e Sanremo. Oggi va infatti in scena la prima votazione per l’elezione del 13° Presidente della Repubblica. Alle 15 scenderanno in campo i Grandi Elettori, 1008, per decidere chi rappresenterà la nostra nazione per i prossimi 7 anni dopo la difficile e illuminata presidenza Mattarella. Mancano poche ore alla prima votazione e ancora non c’è un nome vero in pista. Dopo la definitiva rinuncia di Silvio Berlusconi l’unico vero nome che rimane sul tavolo pare essere quello dell’attuale premier Mario Draghi. Non siamo certo noi però i più indicati per mettersi a parlare di un tema così importante. Anche perché incombe un tema ancor più importante.

Il via alla settantaduesima edizione del Festival di Sanremo. L’Amadeus ter è in rampa di lancio per la prima volta da anni senza grandi polemiche prefestivaliere. Ricordate il caso Junior Cally dell’Amadeus primo? O la querelle donne? Insomma nulla di polemico. Neppure la scivolata social del Gianni Nazionale con la canzone in gara messa per errore online per qualche tempo ha sollevato polemiche. Tutti zitti e buoni pronti a scendere in pista. E citando i Maneskin si preannuncia ampio spazio ad ospiti e spazi dedicati a cinema e musica non in gara. Anche perché sono 26 le canzoni in gara, contro le 32 dello scorso anno. Sezione Giovani eliminata e accorpata alla sezione big. Questo vuol dire un bel po’ di spazio in più per la sezione altro. Che sarà rappresentata dai tanti ospiti gia annunciati, come ormai da tanti anni totalmente autarchici. Passati da secoli i Sanremo con i grandi nomi della musica internazionale a sbarcare in riviera anche in questo 2022 i maggiori nomi che si aspettano sono nomi italici. Dei Maneskin abbiamo già detto. Poi si sa che arriveranno a promuovere i nuovi dischi in uscita Cesare Cremonini e Laura Pausini.

Ma come saranno strutturate le cinque serate della kermesse? Come da tradizione gli artisti in gara si divideranno in due per le prime due serate cm 13 in gara martedì e 13 in gara mercoledì. Al termine delle serate una prima votazione con classifica parziale. I Maneskin saranno a Sanremo lunedì e la Pausini mercoledì. Il giovedì giro completo con secondo ascolto delle canzoni in gara con prima classifica totale provvisoria. Serata del venerdì dedicata alle cover e ai duetti, abbiamo già dato la lista delle canzoni e ci sono delle cose davvero notevoli in ballo. Terza esibizione per il pezzo in gara e per tutti la serata finale con classificone finale e vincitore che arriverà a tarda notte del 5 febbraio. Presumiamo che nelle cinque serate si darà ampio spazio anche all’Eurofestival, che quest’anno si tiene in Italia, a maggio al Pala Olimpico di Torino. E ovviamente in settimana arriveranno i nomi degli altri ospiti. Pare ormai certo che Fiorello sarà di nuovo della partita.

Gia ma chi vincerà? La storia di Sanremo da sette decadi si ripete. Dopo alcune edizioni di innovazione con i nomi nuovi che si impongono arriva sempre puntualissima una edizione della restaurazione e della tradizione con la vittoria di un nome classico. E diciamo che dopo un’edizione rivoluzionaria nel 2021 con i Maneskin, una con un nome nuovo pur se con una melodia classica nel 2020 con Diodato, una ancor più sorprendente nel 2019 con Mamhood possiamo dire che se dovessimo stare sulla tradizione in pole per la vittoria quest’anno dovrebbero esserci Gianni Morandi o Massimo Ranieri. Ma come sono visti i due grandi senior dalle agenzie di scommesse?

La SNAI non è d’accordo con la tradizione. Gianni Morandi è dato a 33, un po’ meglio Massimo Ranieri dato a 12. L’altra senior classica Iva Zanicchi decisamente non considerata data a 75, all’ultimo posto. Ma è una mezza senior in effetti a guidare la classifica secondo la SNAI. Elisa è data papabile vincitrice a 4.50, stessa identica quota chge spetta a Blanco e Mamhood. A seguire troviamo con un buon 8 un’altra vincitrice che torna a Sanremo Emma. Un buon 10 a La Rappresentante di Lista. Appaiati a 12 con il gia citato Ranieri alcuni dei nomi nuovi più interessanti del lotto come Rkomi, Sangiovanni e Irama con l’ormai veterano Achille Lauro. A 15 solitario quello che per noi sarà il nome sorpresa del festival Dargen D’Amico. A 20 sono dati Fabrizio Moro, Noemi e Michele Bravi. A 25 Aka 7even e Ditonellapiaga e Rettore. Con Morandi a 33 troviamo Yuman, Giovanni Truppi. Le Vibrazioni e Matteo Romano. Entriamo nel novero di quelli che davvero non dovrebbero sorprendere. A 50 Highsnob e Hu, Tananai, Giusy Ferreri e Ana Mena. Come detto la Zanicchi del tutto fuori dai giochi.

Quote inevitabilmente destinate a mutare nei prossimi giorni. Più o meno sullo stesso livello le altre agenzie di betting. Un po’ più favoriti, a 3.50 Blanco e Mamhood dispetto e Elisa per la Sisal, 3.50 contro 4.50. Alla pari a 4.50 e 5 per Eurobet e Bwin. In leggero vantaggio Elisa per AgiPro con 4.50 contro 4.65. Ma come viso tutti d’accordo sui due avvantaggiati. Anche Sisal vede abbastanza bene La Rappresentate di Lista, a 9. Per Sisal alla stessa quota Sangiovanni e Emma.

Per chi volesse giocare con noi a Fantasanremo ricordiamo che è possibile entrare nella lega Cremaschi in Riviera con il codice  rsSdyobGzGz4j6bqJzDe. Sono già 12 le squadre iscritte.

emanuele mandelli

(Visited 8 times, 8 visits today)