Renato Ancorotti, imprenditore visionario e illuminato è l’Uomo del Mascara

Renato Ancorotti, imprenditore visionario e illuminato è l’Uomo del Mascara

Qualche mese fa, il settimanale l’Espresso, quindi articolo ufficiale, pesante e non “velina” leggera firmata da un pirla come il sottoscritto Stefano Mauri, beh l’ha definito, meritatamente l’Uomo del Mascara. Si perché Renato Ancorotti, imprenditore illuminato, imperatore nel senso che conquista nuovi mercati internazionali periodicamente, visionario (ha visioni imprenditoriali, sociali, mediatiche e commerciali importanti) e costruttivo (dà lavoro), da sempre crede, ha creduto e crederà nell’importanza strategica del mascara, vale a dire il cosmetico più amato dalle donne. In questi primi mesi dell’anno, o meglio, nel primo trimestre 2016, la sua azienda (Ancorotti Cosmetics) ha già superato del 100% il fatturato del 2015 e si appresta, entro la fine dell’anno, di avvicinarsi ai 100 milioni.

Le prossime sfide imprenditoriali di Renato, tra le altre cose esponente di spicco dell’area – corrente di Forza Italia antagonista a quella rappresentata dal coordinatore Donida? Creare una scuola stabile autoctona per operatori della cosmesi, migliorare (lavori già iniziati) laddove possibile l’area artigianale – industriale ove hanno sede i suoi capannoni e, udite, udite, recuperare, appunto insediando l’accorpamento delle sue unità produttive (qualcosa si muove), il nucleo centrale industriale, oggi ahimè perlopiù fatiscente, dell’ex Olivetti. Probabilmente, Renato Ancorotti, cremasco rock ed esteta (ama l’arte e la cultura ed è pure scrittore – ricercatore) sarebbe un buon sindaco, ma deve anche restare imprenditore poiché Crema e il Cremasco hanno bisogno di lui. E’ comunque una risorsa globale, trasversale e costruttiva il buon Renato. Complimenti a lui, Chapeau all’Uomo del Mascara.

Stefano Mauri

(Visited 591 times, 107 visits today)