Report : a febbraio spandimenti agricoli nel Bresciano autorizzati da Regione Lombardia nonostante elevato Pm10

Report : a febbraio spandimenti agricoli nel Bresciano autorizzati da Regione Lombardia nonostante elevato Pm10

Se si guarda la mappa sulla densità di emissioni dell’ammoniaca in pianura padana si accorge che la parte con le più alte soglie corrisponde al triangolo tra Brescia, Mantova e Cremona, quello con il maggior numero di allevamenti intensivi d’Italia. Queste enormi quantità di ammonica sono prodotte dai liquami degli allevamenti che durante l’anno vengono prima stoccati e poi spansi nei terreni agricoli. Secondo l’Arpa esiste una correlazione tra gli spandimenti e l’aumento del Pm10 in pianura padana. Eppure la Regione Lombardia per tutto il mese di febbraio ha concesso per ben 7 volte l’autorizzazione agli spandimenti nella zona del bresciano anche se era in vigore il blocco invernale. E quello che è successo, guardando i dati dell’Arpa, è che nei giorni in cui sono stati autorizzati gli spandimenti ci sono stati diversi sforamenti dei limiti di Pm10 nella provincia di Brescia. Solo pochi giorni fa la Società italiana medicina ambientale ha pubblicato un position paper dove si ipotizza che il Pm10 abbia aiutato la diffusione del Corona Virus in Pianura Padana: il particolato avrebbe trasportato come un aeroplano le particelle del virus a decine di metri di distanza aumentando i contagi. Lo studio della Sima cita proprio il caso bresciano, la zona in cui abbiamo girato tutto il mese di febbraio, mentre erano all’opera gli spandimenti di liquami e mette in correlazione il numero degli sforamenti di Pm10 con l’aumento della diffusione del Covid 19 nella popolazione.

(Visited 17 times, 6 visits today)