Ricevo da Castiglione d’Adda: Beppe Severgnini, via social scende in campo per aiutare la zona Rossa lodigiana

Ricevo da Castiglione d’Adda: Beppe Severgnini, via social scende in campo per aiutare la zona Rossa lodigiana

Buongiorno Gent.mo Severgnini
Le scrivo da Castiglione d’Adda per segnalare l ‘emergenza sanitaria in cui ci troviamo. Purtroppo dati alla mano pare che Castiglione sia la peggiore del lodigiano per numero di contagi e decessi, ormai è un bollettino di guerra. Le nostre Dottoresse hanno già denunciato la situazione. Non possono curare i pazienti tramite telefono e gli ospedali sono praticamente al collasso.

Dobbiamo aspettarci che tutti gli abitanti vengano contagiati? Ci chiediamo se è il caso di contattare direttamente il capo della Protezione civile Borrelli.
Hanno circoscritto l’area: ma per noi cosa fanno? È un via vai di ambulanze: gli operatori sanitari una volta prelevato il malato devono chiamare gli ospedali per sapere dove andare.
È il caso di aprire un ospedale “da campo” anche a Castiglione che si dedichi alle urgenze e a quelli che sono in quarantena? Individuato il focolaio non è stato fatto altro.

Voglio dire personalmente GRAZIE alle nostre Dottoresse a disposizione telefonica h24 ormai da venerdì 22.

La Ringraziamo anticipatamente per l’ascolto.

Danila Moriconi

(Visited 333 times, 3 visits today)