RinasciMenti meglio del “Cupismo”, che “Drago” Draghetti, Turisti e Tortelli

RinasciMenti meglio del “Cupismo”, che “Drago” Draghetti, Turisti e Tortelli

Emanuele Mandelli (stupendo deus ex machina del Blog Sussurrandom che deve tornare a farsi sentire di più e senza patemi! [vedremo N.d.em]) e i ragazzi di “RinasciMenti” (meglio loro dei politici, dei tuttologi – calcolatori e dei profeti “cupisti” che, furbescamente, artatamente alimentano e soffiano sulle paure, sul “cupismo” crepuscolare), in zona Santa Maria della Croce: un luogo purtroppo, nella fattispecie da recuperare dove invece una volta le “Macchinette” (e non solo) davano occupazione, ecco hanno organizzato un bel 1 maggio fuori dai cori, dai soliti schemi, delle bandiere fini a sé stesse. E … la gente ha gradito: Chapeau con la speranza che la “pericolante” zona in oggetto lungo via Mulini presto venga messa in sicurezza.

Manuel “Drago” Draghetti, universitario veloce, sveglio, fuori dal coro (è bello non seguire le tracce che … solo le pecore o le masse seguono sempre e soltanto i pastori che urlano) e convinto attivista autoctono del Movimento 5 Stelle (a me garba più lui di Di Maio il Gigino) è approdato, complici le dimissioni di Cattaneo, in consiglio comunale. Bene e buon lavoro: servono teste e menti nuove, libere in politica e l’opposizione (Simone Beretta sulla riqualificazione degli “Stalloni” ha ottime idee, Antonio Agazzi sta tornando l’acuto mastino di un tempo) se illuminata e costruttrice è di fondamentale importanza nella vita civica, no?

A quanto pare, l’effetto “Chiamami col tuo nome”, il filmone da Oscar diretto da Guadagnino e girato tra Crema, il Cremasco e dintorni si è fatto, si fa e si farà sentire con un numero cospicuo di turisti e curiosi avvistati nel Granducato del Tortello (sempre alla ricerca di una sua leadership?). Ebbene questi viaggiatori e soprattutto i pendolari su rotaie (eroi postmoderni di quest’Italia 4.0) autoctoni non si meritano treni puliti, puntuali, sicuri ed efficienti verso Milano e Cremona? Secondo me sì: Governatore Fontana e Trenord forza ora tocca a voi!

Dulcis in fundo, ai giardini di Porta Serio (posticino da recuperare e da far vivere con mercatini e appuntamenti speciali) per il momento non sono arrivati i Marines travestiti da addetti alla security. Ma … da quelle parti (e non solo pensando a viale Repubblica) qualcosina, per carità niente di grave, da tarare meglio, forse c’è. La palla a chi amministra la città e a chi fa sicurezza sul serio.

Stefano Mauri

(Visited 87 times, 8 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *