Sanremo fa Sanremo, la butta in caciara sulle donne con una story line geniale e la gente ci casca

Sanremo fa Sanremo, la butta in caciara sulle donne con una story line geniale e la gente ci casca

In questi giorni di attesa del Festival di Sanremo paiono essere le donne il punto attorno a cui si concentra il meglio delle notizie. Amadeus ha schierato non una, non due, non tre ma bensì dieci conduttrici. O vallette come si diceva una volta. Ovviamente è partito subito il: dieci ragazze per me di Battistiana memoria. E ovviamente sono partite le polemiche, visto alcune dichiarazioni in conferenza stampa. Intanto, come sottolinea Anna Spena su Vita, sul fatto che di tutte ha detto “sono tutte bellissime e che certo, non le ho scelte solo per quello”. Poi la caduta sulla influencer che è in primo luogo la fidanzata di Valentino Rossi, “È stata scelta da me perché vedevo che – intanto, la bellezza – ma la capacità di stare vicino a un grande uomo stando un passo indietro”. Ma tra gli svarioni segnalati da Vita anche quello su Sabrina Salerno, “donna che è stata un’icona sexy tanti anni fa ma che ancora oggi può raccontarci qualcosa”.

A stretto giro arriva la risposta di una delle donne più particolari di quelle che parteciperanno a Sanremo, Miss Keta, che sarà conduttrice de L’altro Sanremo, “Io penso che il posto di una donna non sia dietro a un uomo ma davanti. Penso che una donna debba prendersi il suo posto, non quello che le impone la società”. Sarà uno shock salutare, per chi non la conosce, la Miss pazzescahh a Sanremo. Tra parentesi dalla zona L’altro festival arriva anche un’altra polemica al femminile, quella di Elisabetta Gregoracci a suo dire esclusa da Nicola Savino per le sue posizioni politiche. Politica era stata anche la polemica legata al presunto sovranismo di Rita Pavone, inserita con Tosca, altra donna, all’ultimo momento. Proprio mentre si diceva che c’era una quota rosa bassa in gara.

Insomma il festival fa quello che ci si aspetta da lui, e la gente abbocca. Ho visto post di amici che già orgogliosamente ostentano la loro indifferenza al festival, parlandone appunto, ed aumentando l’hype. E’ un altro caro amico, Andrea Ruggeri, che su Facebook da una definizione geniale di Sanremo e delle sue polemiche paragonandolo alle story line del Wrestling. Pompate, false, caciarone. Eppure la gente si appassiona. Lo stesso vale per il festival del fiori. Come si possa non capire che dopo due edizioni politicamente corrette baglioniane non sarebbe arrivata una sferzata di scorretto, populista, sovranista. Insomma lo specchio del paese. Insomma come non capirlo è difficile spiegarlo. Infatti eccolo qua.

Ma chi sono le dieci donne di Amadeus? Tocca affidarsi ad una foto gallery del Corriere per ricordarsele tutte. Diletta Leotta, già ospite nel 2017, tette in gola, la pubblicità delle mutande ha acceso tutti i maschietti; Antonella Clerici, anche qua il tasso di tettitudine è elevato. Il Festival l’ha anche condotto nel 2010 e adesso arriva dallo Zecchino d’Oro. Francesca Sofia Novello, nota come detto soprattutto per essere la tipa di Valentino Rossi, o un influencer? Boh. Emma D’Aquino, che sarebbe una giornalista del Tg1. Laura Chimenti, vedi la precedente. Rula Jebreal, che è una giornalista ma ha come “colpa” quella di essere di origini palestinesi, e da qui la prima sana polemica. Monica Bellucci, servono presentazioni? Sabrina Salerno, icona anno ’80 e livello di tettitudine notevole. Giorgina Rodríguez, che sta con Ronaldo, mi dicono. Alketa Vesju, star in Albania. E poi mi dicono esserci in ballo pure zia Mara Venier.

“Un ventaglio di donne con tante sfaccettature diverse”, ha detto il conduttore (che secondo me beneficerà anche di queste polemiche. In realtà le sfaccettature diverse in molti non le vedono. Donna da Instagram, si è detto. Patinate e colorata. Ben distante dalla realtà. Ma è la tv baby. Che ti spetti? Si sa. Estetica e contenuto spesso non vanno a braccetto.

emanuele mandelli

 

(Visited 87 times, 11 visits today)