Scusi Severgnini ma perché Conte in copertina? E che ne pensa del signor Salvo24?

Scusi Severgnini ma perché Conte in copertina? E che ne pensa del signor Salvo24?

Scusi il disturbo dottor Beppe Severgnini e, soprattutto, perdoni il ritardo, ma alla fine, beh dopo vari tentennamenti, ecco proprio non ce l’ho fatta a non scriverle, o meglio a non rivolgerle i seguenti appelli – quesiti. Allora le scrivo, tra l’altro essendo suo concittadino dalla sua e mia Extraordinary Crema, RockCapitale del Granducato del Tortello, poichè, da juventino quale sono, più passano i giorni, più … il Conte Antonio (non Giuseppi), idolo e Capitano della Juventus che fu, ma soprattutto attuale, bravo trainer dell’Inter, sulla copertina del suo libro Infiniti Interismi, appunto più lo guardo, più (permetta la ripetizione) non lo digerisco. E manco lei, al netto del fatto che ora allena (bene e potrebbe farvi rivincere alla grande) il suo sodalizio del cuore, però, pensandoci con perizia, dovrebbe digerire colui il quale, sul campo, ai bei tempi (almeno per noi bianconeri), calcisticamente parlando vi fece piangere, soffrire e penare, no?

E allora perché tale decisione? Come mai concedere una simile passerella: la “prima” di una sua opera editoriale, a un simbolo della Juventinità? Giocando con l’immaginario, con ipotesi e previsioni, mah, mi consenta l’ingeneroso, nei suoi confronti, paragone,  sarebbe come se Mughini, tra qualche anno, dopo aver scritto un saggio bianconero, ipotetico, eventuale, concedesse la massima ribalta a un ipoteticissimo, eventualissimo (che mai dire mai)  avvento di Simeone, coach dell’Atletico Madrid, qualora, il Cholo, un giorno, in concomitanza (proprio e appunto) con lo scritto mughiniano,  arrivasse a dettare alchimie e tattiche alla Vecchia Signora. Si immagina, io no?  Ergo mi spieghi l’arcano: che ci fa Conte sul suo inno all’Interismo edizione 2019 – 2020? Non stona un pochetto una simil foto – coperta? Dulcis in fundo, Lei che è del Mestiere ed è un Simbolo, del mondo mediatico, cosa pensa della querelle Inter – Corriere dello Sport. Era davvero il caso di incazzarsi per la lettera, magari dai toni lievemente alti, ma senza apparenti secondi fini, del già mitico e mistico, agli occhi dei non nerazzurri, Salvo24, il calciofilo che, con l’intercessione di sua Immensità Italo Cucci, recentissimamente ha fatto girare gli zebedei ad Antonio Conti, professionista tra i migliori al mondo, ma nervosissimo e depistatore allorquando, sul rettangolo verde, i suoi ragazzi non rendono come vorrebbe. Scusi il disturbo, resto in attesa di una sua eventuale risposta. Nel frattempo vado a gustarmi un piatto di Farfalle alla Cremasca, piatto eccezionale che ho scoperto, per caso, tempo fa vedendola in tv con Benedetta Parodi in quel di Cotto e Mangiato. La saluto, ma ah … come stona l’Antonio piazzato da lei in “coperta”? E’ un sacrilegio pagano e … coi santi, pur laici, non si scherza.

stefano mauri

(Visited 56 times, 4 visits today)