Sì è partita la stagione del Vero Amore all’ Austro Ungarico che deve vivere

Sì è partita la stagione del Vero Amore all’ Austro Ungarico che deve vivere

E’ finalmente quindi partita la versione estiva del Vero Amore Cafè (Omar e Veronica si sbattono alla grande per animare la movida notturna autoctona) organizzata, sotto forma di container (per la serie Riboli e la Ribolution hanno fatto, fanno e faranno tendenza) sotto le storiche colonne (colonnato che deve vivere di luce sua) del Mercato Austro Ungarico in piazza Trento e Trieste.

Eh sì, diciamolo, quella di ospitare un bar (nel pieno rispetto di tutto e tutti … per carità) da quelle parti di Crema, aspettando inoltre che lo stesso Vero Amore si trasferisca (entro la fine dell’anno forse) ove una volta il Rumì furoreggiava, indubbiamente sembra una buona idea, una strada da percorrere per far vivere certi scorci di Crema. Tempo fa a Torino, in un tratto cittadino lungo il fiume Po, immobili abbandonati a loro stessi (e meta di perdigiorno e gente non sempre simpatica), per vedere l’effetto che avrebbe fatto sono stati trasformati in luoghi di ritrovo. Posticini oggi diventati mete fashion che fanno moda. Benvenuto quindi, aspettando il restyling completo del monumento, al Vero Amore sotto l’Austro Ungarico, operazione questa resa possibile da un regolare bando ufficiale.

Stefano Mauri

(Visited 158 times, 5 visits today)