Sipario Aperto per le “storie e i canti di vite e d’osteria”, spettacolo in programma al teatro don Bosco di Capergnanica, sabato 30 novembre alle 21

Sipario Aperto per le “storie e i canti di vite e d’osteria”, spettacolo in programma al teatro don Bosco di Capergnanica, sabato 30 novembre alle 21

Dopo il successo di pubblico per lo “Svarietà” che ha aperto la rassegna “Sipario Aperto”, in programma al teatro don Bosco di Capergnanica, sabato 30 novembre alle 21, si terrà lo spettacolo di intrattenimento “Storie e canti di vite e d’osteria”, con Massimo Vailati alla fisarmonica, Giulia Riboli, Rosellina Poloni e Fiorenza Monticelli.

L’intrattenimento risale i luoghi remoti della memoria popolare e della cultura che ha influenzato o determinato, nei tempi, molteplici e curiose espressioni letterarie. In questa dimensione burlesca affondano le radici le tradizioni e i rituali del vino, fino a raggiungere dimensioni più profonde del cuore dell’uomo. Giocate sull’ambiguità di nomi di vini famosi, emergono storie di vita e di “vite” nelle quali si intrecciano racconti arguti e canti talvolta carichi di passione e di erotismo. Tutto scorre in un’atmosfera leggera e piacevole come quella che offre l’osteria, dove il potere del soave nettare, croce e delizia di molti fin dall’antichità, evoca anche litanie profane, empie e sacrileghe. Si alternano a volte motivi dai toni quasi triviali, ma sempre permeati di disarmante candore. Del resto si sa che qualche bicchiere in più induce a ingenue oscenità, comprensibili e perdonabili, assolutamente compatibili con un luogo trasgressivo come poteva essere quello dell’osteria.

La rassegna “Sipario Aperto”, voluta dall’amministrazione comunale e dalla parrocchia di Capergnanica, per tenere vivo quel piccolo gioiello che è il teatro don Bosco, è ideata e diretta da Fausto Lazzari. Ingresso 5 euro.

(Visited 25 times, 4 visits today)