Sospensione fino al 30 giugno di tariffe, tributi e imposte locali, calcolo delle rette delle scuole sui giorni effettivi: le misure immediate per aiutare imprese e famiglie

Sospensione fino al 30 giugno di tariffe, tributi e imposte locali, calcolo delle rette delle scuole sui giorni effettivi: le misure immediate per aiutare imprese e famiglie

La giunta comunale, preso atto della difficile situazione per l’emergenza sanitaria in corso e degli inevitabili riflessi sulla cittadinanza alle prese con scadenze di imposte, tasse, tributi, e sentito il parere dei capigruppo consiliari nell’incontro dello scorso 7 marzo, unanimi nel chiedere all’Amministrazione un atto che sospendesse e prorogasse dove possibile queste scadenze di competenza comunale, ha deliberato in via straordinaria di:

 

– Sospendere fino al 30 giugno i termini di pagamento di tributi e imposte locali, nonché di tutte le entrate provenienti dai servizi comunali, le cui scadenze sono comprese tra marzo e fine giugno;

 

– Rivedere la retta mensile di frequenza dei servizi socioeducativi comunali (asilo nido, centro prima infanzia e scuola dell’infanzia) calcolandola in base ai giorni di effettivo utilizzo;

 

– Sospendere fino al 30 giugno i termini di scadenza delle cartelle esattoriali di tutte le entrate di competenza comunale.

 

L’atto di giunta dà mandato ai servizi comunali competenti di predisporre tutti gli atti amministrativi necessari, viene trasmesso alla ICA – la società concessionaria per il Comune di Crema della gestione e riscossione delle entrate – e propone a Comunità Sociale Cremasca di prendere in esame la possibilità di ricalcolare la retta mensile di frequenza ai servizi distrettuali semiresidenziali (C.S.E., C.D.D) in base ai giorni di effettivo utilizzo del servizio, al fine di renderne il più possibile omogenea l’applicazione su tutto il territorio del cremasco.

 

La giunta si riserva inoltre, una volta approvato il Rendiconto di Gestione anno 2019, e in assenza di altri provvedimenti di sostegno a famiglie e imprese emanati a livello regionale e nazionale, di valutare eventuali ulteriori misure di sostegno concreto per ridurre la situazione di difficoltà delle attività economiche con sede nel Comune di Crema.

 

Con la delibera di giunta abbiamo voluto mettere in atto un primo pacchetto di misure urgenti per dare un aiuto concreto a famiglie, imprese, attività economiche della nostra città”, spiega l’assessore al Bilancio, Cinzia Fontana.

Si tratta di una scelta ragionata e condivisa trasversalmente con i capigruppo consiliari, ricercando le soluzioni più immediate per contenere gli effetti negativi che l’emergenza sta producendo sul tessuto socioeconomico locale, per dare una boccata d’ossigeno a una città che, settimana dopo settimana, sta dimostrando un profondo senso civico e di responsabilità. Si tratta di un primo passo, verificheremo con attenzione anche le misure economiche che si stanno assumendo a livello nazionale e regionale, pronti a valutare eventuali ulteriori interventi di sostegno a salvaguardia della tenuta della nostra comunità”.

 

Il procedere celermente con approvazione di giunta della delibera”, spiega Gianluca Giossi, presidente del Consiglio Comunale, “è concordato e condiviso con tutti i capigruppo: ci sarà una successiva approvazione anche in Consiglio appena i tempi lo consentiranno. Questo lavoro è frutto infatti della piena collaborazione tra tutti i gruppi consigliari e l’Amministrazione, che in piena sintonia e sinergia hanno condiviso l’assunzione di queste misure a tutela dei nostri concittadini. A tutti i capigruppo va il mio ringraziamento per la disponibilità e la responsabilità esercitata in questa difficile situazione per i cittadini cremaschi”.

 

(Visited 44 times, 2 visits today)