Sparliamo sul Serio, lo strano caso dei terreni e dei reperti archeologici di Sergnano

Sparliamo sul Serio, lo strano caso dei terreni e dei reperti archeologici di Sergnano

Insomma cosa si nasconde sotto il terreno di Sergnano?

Il consigliere di minoranza Enrico Duranti, nei giorni scorsi, giustamente sui mass media locali ha sottolineato una situazione alquanto curiosa, o meglio misteriosa che sta interessando un’area periferica del comune sergnanese, proprio dove i tecnici della Snam stanno lavorando per allestire il gasdotto Sergnano – Cremona.

Ebbene, in quella zona (circa 15 ettari di terreni interessati) una gruppo di archeologi è al lavoro per verificare la presenza o meno di reperti.

Addirittura secondo Duranti sarebbero già stati individuati i resti di una villa romana risalenti al primo secolo dopo Cristo.

Ma non è finita qui poiché il politico sergnanese ritiene che da quelle parti, sottoterra possano celarsi altri residuati preistorici risalenti addirittura all’epoca del Lago Gerundo.

E mentre Enrico Duranti, attraverso i giornali pone quesiti, le istituzioni tacciono.

Ora, non sarebbe il caso di smuovere ulteriormente le acque per capire cosa celano realmente i terreni sergnanesi?

Stefano Mauri

(Visited 41 times, 8 visits today)