Stelline, il 2020 parte con 16 appuntamenti

Stelline, il 2020 parte con 16 appuntamenti

Sedici appuntamenti per la seconda parte della stagione di Stelline, rassegna di commedie dialettali e non proposte da compagnie dilettantistiche del territorio e dintorni. L’esordio di questo 2020 è stato affidato, come da tradizione, agli Schizzaidee che ripropongono la loro ultima commedia. Il gruppo di Bolzone ha presentato Ma pensa te che pretese una sola volta, a settembre proprio a S. Bernardino, ottenendo un tutto esaurito. Poi non c’è stata più occasione di rivedere il gruppo proporre la nuova commedia e quindi la rassegna Stelline ha pensato di metterla di nuovo in calendario. L’appuntamento è per sabato 11 gennaio alle 21 (info e preno 3924414647).

Ma la seconda parte della stagione di Stelline riserva molti appuntamenti e sorprese. Il sabato successivo, il 18 gennaio, tocca alla compagnia di Pizzighettone Le stanze di Igor, già ospite con successo nel 2018 della rassegna, presentare il loro ultimo lavoro, tratto da Achille Campanile. Amleto in trattoria divertirà i presenti con i non sense tipici di Campanile e lo stesso autore sarà presente a Stelline anche il sabato successivo, 25 gennaio. La compagnia Teatrodipietra, che non aveva potuto recitare a ottobre a causa di un improvviso e grave impedimento di un’attrice, arriva con Il povero Piero, sempre di Campanile.

Tre gli appuntamenti di febbraio. Il primo sarà di venerdì, con ancora gli Schizzaidee che ripropongono A mali estremi, estremi rimedi, commedia divertente in due atti in dialetto cremasco. Si torna al sabato con una nuova compagnia che arriva da Monza. I Geniattori recitano Tre sull’altalena, mentre il sabato successivo tocca a Le muse dell’onirico con Sorelle di sangue, divertente giallo in italiano e dialetto.

Quattro gli appuntamenti di marzo, con le compagnie Selvagreca e S. Gualtero di Lodi, i Barlafuss di Agnadello e El Turas di Castelleone. Ad aprile arrivano la Bottega delle donne di Ricengo, il Teatro instabile di Vailate, la Twenty century bosch di Gerre de’ Caprioli e la Carabela di Spino d’adda. Infine, due appuntamenti in maggio chiuderanno la rassegna, dopo ben 24 rappresentazioni.

 

(Visited 18 times, 5 visits today)