Sus…surreale, Facezie

Sus…surreale, Facezie

Ma non venite a menarmela, che lo sanno anche quei cosi li, i planticitografi, i plantiscalati… quelli lì no, come cazzo si chiamano? Ostia, mi scappa il termine!

Vuoi dire i plantigradi?

No, volevo dire i messi comunali. Lo sanno anche loro che così non si può andare avanti. Ma s’è visto mai che quello lì ti spende una paccata di soldi e siamo ancora lì, tra il gnach e il petach e del futur non v’è certezza?

Del domani non v’è certezza, del domani… lo ha scritto Lorenzo de’ Medici…

Oèì pirla, va te che domani è domenica, giochiamo contro la prima in classifica e c’abbiamo la difesa che fa cagare. Si, figurati, Lorenzo dei Medici, come se se c’avessimo i soldi per comprare i brasiliani!

Ma è mica nella difesa che ci sono i buchi! Lo sanno anche i pantografi che l’errore è nel manico.

Ti riferisci ai plantigradi?

No, ai messi comunali, ma ‘sto cagacazzo da che parte salta fuori?

Sì, però c’è manico e manico, e il presidente è uno tosto come un orso.

Il presidente è un plantigrado?

Non lo so, e piantala di rompere i coglioni se no ti spedisco al Polo Nord a ballare con le foche.

Non parliamo di foche, per piacere, che lì davanti il mister ne ha capito tanto quanto un plantigrado.

Ti riferisci ai messi comunali?

Senti pirla, perché non ti bevi un maraschino e stai un po’ zitto, che qui non si capisce più un cazzo. Perché con ‘sta storia dell’abolizione delle Province e la costituzione delle aree territoriali omogenee va a finire che ci ritroviamo in Alaska.

A proposito d’Alaska, ma lo sapevate che la prima in classifica adesso è di proprietà di un alaskiano che ha fatto le palanche vendendo ghiaccio agli arabi?

E allora?

E allora il nostro presidente sembra che stia spingendo per far costruire uno moschea qui in città. Hai capito il giochetto? Come no? Cazzo, ma non lo vedi il bisnes? Una moschea di ghiaccio e in agosto…

Vien fuori un casino della madonna. Palle, invenzioni giornalistiche come quella delle grandinate d’angurie.

Oh, voi ridete ma io un chiccone di grandine grosso come un pallone l’ho visto per davvero..

Sì, cazzo, come quello che si ritrova tra i piedi il nostro centravanti e che quando lo deve mettere in porta, gli si scioglie tra i piedi. Ma non venite a menarmela per piacere, perché qui giochiamo al futbol, mica stiamo pettinando le bambole…

Beppe Cerutti

 

(Visited 37 times, 10 visits today)