Sussurbacco, il Sauvignon Terre Siciliane Igp della Cantina Fina, vino che parla al… cuore

Sussurbacco, il Sauvignon Terre Siciliane Igp della Cantina Fina, vino che parla al… cuore

Nota a margine: il vitigno Sauvignon Blanc, in Sicilia si è diffuso sensibilmente verso la metà degli anni Novanta e … coltivato su terreni posti ad almeno 400 metri d’altezza, sì dà il meglio di sé. Ah … vinificato in acciaio, mah probabilmente si esalta maggiormente laggiù, tra le meraviglie… della terra sicula e, beh provando Il Sauvignon Blanc Terre Siciliane Igp della cantina (trapanese di Marsala) Fina, gioiello della Bella Italia enologica del Fare, sì risulta appunto facile aderire, o meglio, applaudire la metodologia di lavorazione “fresca” poc’anzi citata. Degustare per credere!

Con antipasti caldi e freddi di pesce, con sushi e sashimi, con tartare – carpaccio di pesce, ostriche, senza dubbio, questo gioellino Made in Fina si esalta, esaltando ed emozionando chi, godendo, se lo beve che… il Sauvignon in oggetto (basta imparare ad ascoltare il vino) sa parlare addirittura al cuore. Chapeau!  Non scherza pure con funghi (fritti o alla griglia), carni bianche e … solo per fare un esempio con una frittatina (o torta salata fredda) a base di pomodori, zucchine e peperoni.

Il colore? Giallo paglierino scarico. I profumi? Aromi erbacei e vegetali (peperone, foglia di pomodoro, erba tagliata) emergono senza esagerare o stancare.

I sapori in bocca? Intensissime note fruttate riportanti a ananas, banana e frutti esotici prevalgono, ma pure sfumature floreali di biancospino, sambuco e ginestra si avvertano e incantano senza stancare.

Vendemmiato in agosto, il Sauvignon Blanc Fina fermenta in acciaio e affina sei mesi in bottiglia. Ah … come è buone e Mediterraneo!

Stefano Mauri

(Visited 31 times, 2 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *