Sussurbacco, “Quarta Generazione”: la start up speciale che vuol valorizzare l’Aglianico

Sussurbacco, “Quarta Generazione”: la start up speciale che vuol valorizzare l’Aglianico

Ottenuto esclusivamente da uve Aglianico del Vulture, il “Quarta Generazione” è un vino speciale, a suo modo epocale. Sì perché Giovanna Paternoster, discendente di una famiglia “di … vina”, (nel senso che ha sempre lavorato nell’enologia d’autore della Basilicata), beh oggi guida un progetto, una start up, una mission decisamente ambiziosa.

“Quarta Generazione”, oltre a essere una cantina incantevole è infatti una sorta di “esperimento – agricolo – produttivo” (ben riuscito) che … partito da lontano, vive il presente con appassionato pathos e guarda avanti con occhio lungo per valorizzare al massimo e far conoscere appunto l’Aglianico.

E questo vino, coi grappoli (esclusivamente appunto di Aglianico) raccolti a fine ottobre, rigorosamente a mano, sì è decisamente un biglietto da visita intrigante, una testimonianza eccezionale, il frutto stupendo di una realtà vitivinicola (Quarta Generazione – www.quartagenerazione.com) in splendida evoluzione grazie all’intraprendenza della fantastica e propositiva Giovanna, affascinante, illuminata, ispirata, visionaria e lungimirante Donna del Vino italica. Chapeau!

Il colore? Rosso rubino. I profumi? Frutta matura, sottobosco, speziato gradevolmente per via dell’annetto (circa) passato per affinare in botte grande.

I sentori in bocca?

Secco, elegantemente tannico, armonioso, maestoso, importante che non se la tira e … magicamente, magistralmente Mediterraneo come solo certi grandi vini del Sud sanno essere. Degustare per credere. Chapeau!

Stefano Mauri

(Visited 29 times, 5 visits today)