Sussurbacco, Riserva di Costasera Masi, l’Amarone Classico Docg Riserva della Valpolicella

Sussurbacco, Riserva di Costasera Masi, l’Amarone Classico Docg Riserva della Valpolicella

“Costasera da sempre per Masi le coste rivolte al tramonto, in Valpolicella Classica, sono le migliori per un Amarone di razza. Qui, dove è più lunga la giornata, le vigne che guardano il Lago di Garda si avvantaggiano del riflesso della sua luce e del suo clima più mite, portando i grappoli a perfetta maturazione”.

E … riportata tale premessa: beh da un simile quadro può soltanto uscire una selezione speciale del Costasera, un vino (il gigante gentile di Masi) fiero, maestoso, complesso, esuberante, insomma, un capolavoro dell’enologia italica, il punto di riferimento per la categoria Amaroni. Chapeau.

Cosa abbinarci? Bevuto da solo a fine pasto è semplicemente puro godimento da orgasmo, con carni rosse, cacciagione e formaggi stagionati poi è semplicemente un’esperienza divina da mille e una notte. Degustare per credere!

Le uve Corvina, Rondinella, Oseleta (storico vitigno riscoperto da Masi) e Molinara, secondo il sistema “Appaxximento Masi Expertise” vivono (così … per dire) una lunga sovramaturazione su graticci di bambù e affinano tre anni in nobili legni.

Il colore della Riserva di Costasera? Rosso rubino impenetrabile. Il profumo? Fruttato (prugna e ciliegia cotta) con sentori di caffè tostato. Il sapore in bocca? Maestosissimo, elegantissimo, con note chiare riportanti a ciliegie sotto spirito e cacao amaro. La persistenza? Letteralmente da Oscar. Sì applausi per Masi e per questa Bottiglia maestosamente da favola.

Stefano Mauri

(Visited 36 times, 3 visits today)