Twitter diventa XL, al via il raddoppio dei caratteri. Esultano i logorroici locali: potranno rompere i maroni anche lì

Twitter diventa XL, al via il raddoppio dei caratteri. Esultano i logorroici locali: potranno rompere i maroni anche lì

E così anche Twitter si piega alla logorrea infinita del mondo moderno. Parte un test, che al 90 per cento definirà il nuovo standard del social dell’uccellino, per raddoppiare i caratteri. Cioè si passa dai “mitici” 140 caratteri a 280. Già da tempo si era cercato di ridurre l’impatto del limite imposto non conteggiando i contenuti multimediali dei link o le menzioni come caratteri a scalare. Adesso si raddoppia addirittura lo spazio concesso.

La sfida di Twitter rispetto a Facebook era proprio dare il senso della notizia in un cinguettio, un flash, scorrere la timeline era come farsi un bagno di notizie flash. Bisognava avere, per citare il Lazzaro Santandrea di Pinketts, il senso della frase. Adesso… meno. La scusa dei programmatori? La disuguaglianza tra le lingue. Se twitti in cinese o coreano in 140 caratteri ne dici di cose. Vuoi vedere che hanno pensato di cambiare dopo la lite via tweet di Kim Joung Un e Donald Trump?

Quindi spazio ai logorroici locali, ce ne sono un paio a cui sto pensando che giusto in questi giorni si sono beccati su Facebook a suon di post lunghi come un romanzo di Moravia. Adesso potranno invadere anche Twitter.

Bruno Mattei

(Visited 54 times, 10 visits today)