Un doppio No con un doppio incontro tra Crema e Offanengo, solo scarsa coordinazione?

Un doppio No con un doppio incontro tra Crema e Offanengo, solo scarsa coordinazione?

Venerdì 18 novembre alle 21.00 presso il Centro culturale Sant’Agostino, si tiene l’incontro Referendum: le motivazioni per un voto consapevole, ospite il docente ordinario di Diritto costituzionale Alessandro Mangia intervistato dal giornalista Giovanni Masini.

Venerdì 18 novembre ad Offanengo a palazzo Valdameri si tiene l’incontro Il nostro No motivato, con l’europarlamentare cremasco Massimiliano Salini, il deputato della Lega Guido Guidesi e l’assessore regionale Cristina Cappellini.

Va bene di iniziative sul no costituzionale ce ne sono una sbrega. Nulla di male se ne capitano due nello stesso momento. Ma un attimo di analisi non guasta. Quella di Crema è organizzata dal Comitato No Insula Fulcheria, quella di Offanengo da Forza Italia e Lega Nord. A quella di Offanengo partecipa Max Salini, che è tornato prepotentemente in gioco a Crema. Quella di Crema è organizzata da un comitato iscritto molto dalle parti di Forza Italia, presieduto dall’emergente Mauro Tenca e di cui fanno parte molti Donida boys. Perchè due incontri politici sullo stesso tema referendario nella stessa serata fatti dalla stessa area politica? No si rischia di spezzare in due il pubblico intressato e i rappresentanti politici di quell’area creando anche qualche malumore tra i rappresentanti delle varie fazioni in cui sappiamo essere diviso il centro destra cremasco?

Bruno Mattei

 

(Visited 54 times, 8 visits today)